6 Nazioni - "Diario di bordo", Wilkinson salvo, ma l'Inghilterra arriva a Roma con molti fantasmi e poche certezze

Wilkinson_631960.jpg

Sospiro di sollievo. Lo ha tirato Jonny Wilkinson ieri sera e, ancora di più, lo ha tirato Brian Ashton. Il 6 Nazioni inglese rischiava infatti di ricevere un nuovo colpo duro, questa volta dalla commissione disciplinare. Invece nulla, stavamo scherzando. Wilkinson non ha causato volontariamente l'infortunio di Jonathan Thomas durante Inghilterra-Galles e potrà scendere in campo regolarmente domenica, nel match contro gli azzurri al Flaminio. Un sospiro di sollievo che, però, non cancella i venti di tempesta che stanno salendo in Albione.

Aggiornato alle ore 16.10 

8.00 Inghilterra Assolto per non aver commesso il fatto. Jonny Wilkinson resta alla regia della squadra della Regina. Non ha minacciato e fatto infortunare il flanker gallese Thomas. Una buona notizia per Brian Ashton, che si ritrova però circondato da critiche feroci in Patria. I giornali popolari inglesi non sono abituati ad andare per il sottile, e i titoli degli ultimi due giorni sono eloquenti: "Fallimento", "Ridicoli", "Vergogna". Pensando che tre mesi fa gli stessi giocatori erano diventati eroi nazionali, grazie alla finale mondiale. Ma tutto passa, e tutto si dimentica. Tranne, per ora, la figuraccia rimediata sabato a Twickenham. E tra morale nei tacchi, infortuni e scelte tecniche discutibili, la trasferta di Roma fa sempre più paura.

8.00 Galles Confermato l'infortunio all'anca per la seconda linea Alun-Wyn Jones, che dovrà saltare la partita del Galles contro la Scozia sabato prossimo. Al suo posto Warren Gatland ha chiamato Deiniol Jones dei Cardiff Blues. "Deiniol sta facendo una buona stagione con i Blues e meritava una chance con la maglia del Galles" ha dichiarato Gatland. Per Alun-Wyn Jones, invece, verrà sottoposto a nuove visite in settimana, per capire se sarà disponibile per il match con l'Italia del 23 febbraio.

16.10 Italia Continua la marcia d'avvicinamento degli azzurri alla sfida di domenica contro l'Inghilterra. A simulare gli attacchi degli uomini di Brian Ashton ha pensato questa mattina l'AlmavivA UR Capitolina, ormai sparring abituale dell'Italia durante i raduni a Roma, che domani tornerà alla Borghesiana per un ultimo allenamento congiunto. Sempre domani, alle ore 12.00, il CT Mallett ed il Manager Checchinato annunceranno la formazione dell'Italia per la sfida all'Inghilterra.

16.10 Irlanda Eddie O'Sullivan ha annunciato la formazione che affronterà sabato la Francia, in un match che potrebbe già valere l'intero torneo. Dopo la deludente vittoria contro l'Italia due cambi per il coach irlandese: Jamie Heaslip e Robert Kearney, che guadagnano la maglia titolare.
Irlanda 15 Girvan Dempsey 14 Geordan Murphy 13 Brian O'Driscoll 12 Andrew Trimble 11 Robert Kearney 10 Ronan O'Gara 9 Eoin Reddan 1 Marcus Horan 2 Bernard Jackman 3 John Hayes 4 Donncha O'Callaghan 5 Malcolm O'Kelly 6 Denis Leamy 7 David Wallace 8 Jamie Heaslip In panchina: 16 Rory Best 17 Tony Buckley 18 Mick O'Driscoll 19 Simon Easterby 20 Peter Stringer 21 Paddy Wallace 22 Shane Horgan

16.15 Galles Annunciata anche la formazione gallese, che sabato affronterà la Scozia. Per Gatland tre cambi rispetto al match vittorioso contro l'Inghilterra. Galles 15 Lee Byrne 14 Jamie Roberts 13 Tom Shanklin 12 Gavin Henson 11 Shane Williams 10 James Hook 9 Mike Phillips 1 Duncan Jones 2 Huw Bennett 3 Adam Jones 4 Ian Gough 5 Ian Evans 6 Jonathan Thomas 7 Martyn Williams 8 Ryan Jones In panchina: 16 Matthew Rees 17 Gethin Jenkins 18 Deiniol Jones 19 Gareth Delve 20 Dwayne Peel 21 Stephen Jones 22 Sonny Parker.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: