Quade Cooper: la triste parabola di un talento perso

Dall'Australia giunge una clamorosa notizia che coinvolge l'apertura dei Wallabies. Quale sarà il suo futuro?

during the announcement of the Australian Wallabies 2011 Rugby World Cup Squad at Sydney International Airport on August 18, 2011 in Sydney, Australia.

Da astro nascente del rugby mondiale a "esodato" dei Reds. La parabola di Quade Cooper, considerato pochi anni fa come uno dei più grandi talenti della palla ovale, è sempre più in picchiata e le ultime notizie che giungono dall'Australia pongono molti interrogativi sul futuro rugbistico dell'apertura dei Wallabies.

Cooper, infatti, era stato annunciato nella rosa dei Queensland Reds per la prossima stagione del Super Rugby. Ma ora la franchigia australiana ha iniziato il raduno prestagionale e dell'apertura non vi è traccia. "Ho avuto una conversazione chiara e onesta con Quade, spiegandogli dove è ora lui nei nostri piani. Non si sta allenando con i Reds al momento ma sia allena con il suo club (il Brisbane City)" ha dichiarato il coach Brad Thorn.

Insomma, Quade Cooper non farebbe parte dei piani dei Reds per il futuro e sarebbe stato - o si sarebbe - messo fuori rosa dalla franchigia dei Queensland. Nato ad Auckland, in Nuova Zelanda, il 5 aprile 1988, Cooper esordisce nel Super Rugby nel 2007 proprio con la maglia dei Reds. Nel tour autunnale dei Wallabies del 2008 fa il suo esordio a Padova contro l'Italia e subito mette in luce le sue incredibili qualità tecniche, segnando anche la meta decisiva.

Cooper diventa presto uno dei giocatori più famosi e amati di Ovalia. Alle ottime prestazioni in campo, però, alterna momenti di blackout disciplinari e la sua parabola inizia a scendere con coach Robbie Deans. Cooper pubblica dei tweet durissimi contro il tecnico, parlando di "ambiente tossico" e viene fatto fuori dalla squadra. Nel 2016, passato in Francia al Tolone, vuole andare alle Olimpiadi con la nazionale di rugby 7s, ma viene scartato all'ultimo. Secondo il giocatore perché in possesso in verità di un passaporto neozelandese e non australiano.

In carriera Quade Cooper ha vestito 70 volte la maglia dei Wallabies, segnando 8 mete e 154 punti. Ma se nei primi anni, tra il 2008 e il 2013, ha giocato 50 partite, negli ultimi 4 anni è stato convocato con il contagocce, giocando da titolare solo 8 partite. E, ora, la crisi con i Reds che mette in dubbio la carriera futura di un giocatore da sempre più sregolatezza che genio.

ITALIAN PLAYER OF THE YEAR: Se usate uno smartphone cliccate QUI per votare.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 26 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO