Affari italiani: la stampa estera già mette O'Shea alla porta

Lo "Stato della Nazione" di Planetrugby sull'Italia è durissimo e sul banco degli imputati sale il coach irlandese.

SINGAPORE - JUNE 10:  Italy head coach, Conor O'Shea joins the warm up during the International Test match between Italy and Scotland at Singapore Sports Stadium on June 10, 2017 in Singapore.  (Photo by Suhaimi Abdullah/Getty Images)

Un "2017 da dimenticare in fretta", dove gli azzurri sono riusciti a vincere solo una partita. E' questo l'incipit dell'articolo di Planetrugby in cui si analizza lo "Stato della Nazione" dei top team mondiali al termine dei test novembrini. E per l'Italia non sono certo parole dolci, anzi.

"Nonostante le tante promesse, O'Shea non è riuscito a consegnare ciò che ha promesso e gli azzurri hanno mostrato ben pochi segni di miglioramento sotto la sua guida [...] Sotto di lui sono arrivate solo quattro vittorie in 22 partite, tre delle quali contro squadre di tier 2" scrive il sito britannico.

"Molto è stato detto sul piano di gioco di O'Shea che favorisce lo spettacolare rugby alla mano. Ma questa opzione non ha raccolto i frutti sperati e i suoi giocatori devono ancora avere una prestazione in cui dominano gli avversari per 80 minuti con questo piano di gioco" continua Planetrugby, che però ricorda come nell'ultimo anno gli azzurri abbiano dovuto rinunciare spesso a due dei suoi giocatori più forti, Sergio Parisse e Michele Campagnaro.

Infine, ma qui si entra nel fantarugby, Planetrugby addirittura paventa un esonero di Conor O'Shea in caso di un Sei Nazioni di nuovo negativo. Ma, come detto, questo appare proprio fantarugby (per non dire peggio) e lo lasciamo ai colleghi britannici.

ITALIAN PLAYER OF THE YEAR: Se usate uno smartphone cliccate QUI per votare.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 91 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO