Rugby & Salute: Ben Smith e quella confessione che fa paura

Il forte All Blacks ha confessato un segreto inquietante che riguarda una commozione cerebrale avuta un anno fa.

XXXXXX during a New Zealand All Blacks Gym Session at The University of Edinburgh on November 10, 2014 in Edinburgh, Scotland.

Concussion, cioè commozione cerebrale. Uno dei problemi più seri del rugby mondiale, un infortunio che oramai è all'ordine del giorno e che spaventa. Per le conseguenze immediate, ma anche e soprattutto per quelle a medio e lungo termine. E nelle ultime ore è arrivata la testimonianza di Ben Smith, estremo degli All Blacks, che ha raccontato quello che gli è successo l'ultima volta che ha preso un colpo in testa.

Siamo a febbraio, amichevole precampionato del Super Rugby. Ben Smith è in campo, mentre sua moglie è a casa. Sì, perché è incinta del loro secondo figlio che deve nascere di lì a poche settimane. In campo Ben Smith viene colpito duramente e va ko. Commozione cerebrale, concussion. L'estremo viene portato fuori dal campo e portato negli spogliatoi. I controlli di routine e Ben Smith torna a casa dalla moglie. E qui arriva la sorpresa.

Smith, infatti, entra in casa e vede la compagna, Katie, con il pancione. E' all'ottavo mese e da lì a tre settimane partorirà. Tutto normale, non fosse che Ben Smith avesse completamente dimenticato di aspettare un secondo figlio. "Non ci potevo credere... era come se me lo dicesse per la prima volta" ha confessato l'estremo la cui memoria era stata letteralmente cancellata. Una testimonianza spaventosa che getta una nuova ombra sulle commozioni cerebrali nel rugby.

Vota l'articolo:
4.01 su 5.00 basato su 100 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO