Dan Carter e quell'imbarazzo che non riesce a passare

L'apertura del Racing 92, ed ex campionissimo All Blacks, torna all'arresto per guida in stato d'ebbrezza e sul suo futuro dice...

Racing's New Zealand flyhalf Dan Carter looks on during the French Top 14 rugby union match between Agen and Racing 92 on September 2, 2017 at the Aramandie stadium in Agen, southwestern France.  / AFP PHOTO / NICOLAS TUCAT        (Photo credit should read NICOLAS TUCAT/AFP/Getty Images)

"Mi ha fatto sentire male, e mi sento male ancora adesso a ripensarci e riparlarne" dice Dan Carter, tornando sull'arresto avvenuto lo scorso febbraio, quando venne fermato alla guida ubriaco e condannato a 5 mesi senza patente. Un 'infortunio' nell'irreprensibile carriera dell'ex numero 10 degli All Blacks che Dan non riesce a cancellare. "Sentivo di aver deluso moltissime persone, ma la gente sbaglia nella vita. L'importante è imparare dai propri errori" ha continuato Carter.

Che vive a Parigi - dove è successo il fattaccio - ma che sta pensando di tornare a casa, in Nuova Zelanda. "La Nuova Zelanda è dove c'è la mia famiglia e la famiglia è una parte importante della mia vita. Al momento sto pensando a cosa fare, se tornare subito a casa o meno" ha confessato Carter, all'ultimo anno di contratto con il Racing 92. Prolungherà di 12 mesi con i parigini o per il campionissimo sarà arrivato il momento di appendere gli scarpini al chiodo?

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 58 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO