Rugby Championship: All Blacks devastanti, Sud Africa annichilito

Si è conclusa ad Albany la sfida tra i neozelandesi e i sudafricani. Ecco come è andata.

AUCKLAND, NEW ZEALAND - SEPTEMBER 16: Beauden Barrett of the All Blacks flicks a back pass to setup teammate Nehe Milner-Skudder for a try during the Rugby Championship match between the New Zealand All Blacks and the South African Springboks at QBE Stadium on September 16, 2017 in Auckland, New Zealand.  (Photo by Anthony Au-Yeung/Getty Images)

Parte forte il Sud Africa, che aggredisce il campo di Albany, chiude i varchi alla Nuova Zelanda, la pressa e all'8' Elton Jantjies calcia, ma prende il palo e nulla di fatto. Errori di handling in casa All Blacks, che però restano in attacco e al 14' è Beauden Barrett a non sbagliare il piazzato e vantaggio per i padroni di casa. Passano tre minuti, nuovo fallo Springboks, Aaron Smith batte veloce, calcia, sudafricani sorpresi e Reiko Ioane vola al largo, raccoglie l'ovale e schiaccia per la prima meta e per il 10-0 per i padroni di casa. E al 20' show All Blacks. Sud Africa in attacco che non trova varchi, passaggio letto da Nehe Milner-Skudder, intercetto e l'ala vola. Difende Courtnall Skosan, sostegno di Beauden Barrett, che poi con un sottomano pericoloso ma spettacolare la ripassa a Milner-Skudder e per gli All Blacks è un uno/due devastante e 17-0.

Provano a reagire i sudafricani, ma la difesa tuttanera è attenta e aggressiva e gli ospiti faticano a trovare spazi dove infilarsi. Così si passano quasi 15 minuti a rimbalzare contro le difese, fino a quando al 34' Beauden Barrett tenta un calcio alto all'ala, Hougaard non l'afferra, raccoglie l'altro Barrett, suo fratello Scott, e terza meta All Blacks che scavano un solco enorme tra loro e gli Springboks con il 24-0. E il poker arriva subito dopo. Ioane fa il break, Coles corre, Brodie Retallick lo segue, riceve l'ovale e schiaccia tra i pali e 31-0 per un primo tempo dove in 20 minuti gli All Blacks chiudono il discorso.

A inizio ripresa il solito siparietto del tifoso nudo in campo, poi gli All Blacks sembrano voler più che altro gestire un vantaggio diventato enorme nel primo tempo. Nonostante il tanto possesso il Sud Africa non riesce a uscire dalla propria metà campo e quando, ancora una volta, accelerano i padroni di casa è Milner-Skudder a schiacciare oltre la linea, e quinta meta Nuova Zelanda.

Sud Africa che arriva a un passo dalla meta con il neoentrato Rudy Paige, mentre dall'altra parte è Codie Taylor a sfondare centralmente, ma è lo stesso mediano sudafricano a fermarlo a un filo d'erba dalla meta. Meta che, però, arriva al 64', quando dopo una touche le folate degli uomini di mischia spingono Ofa Tu’ungafasi oltre e tuttineri che sfondano quota 40 punti. All Blacks che non rallentano, con i neoentrati che vogliono dimostrare di meritare una maglia nera con un numero più basso nel futuro prossimo, Springboks incapaci di reagire al dominio tuttonero. Al 74' Anton Lienert-Brown abbatte Handré Pollard, scatta, libera Lima Sopoaga e si va su un clamoroso 50-0. Che a tempo scaduto diventa 57-0 con la meta di maul firmata Codie Taylor.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 56 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO