Pro 14: Treviso lotta, ma a Glasgow non basta

Si è conclusa in Scozia la sfida tra i padroni di casa Warriors e i biancoverdi veneti. Ecco come è andata.

glasgow-benetton-risultato.jpg

Cerca di scappare Glasgow nei primi 40 minuti, va in meta due volte con Tommy Seymour al 10’ e Rob Harley al 25’, ma Treviso risponde con tre piazzati per chiudere il primo tempo sotto 17-9.

Al 48’, peró, giallo a Esposito che spezza l’euilibrio. Dopo il piazzato scozzese arriva la meta di Horne al 54’ che fa scappare via i Warriors. Ma Treviso non molla - tanti gli offload di Barbini in questa prima ora di gioco - e al 56’ la Benetton risponde con la maul e la meta di Lazzaroni per il 27-14. E al 68’ è Federico Ruzza a sfondare, Banks trasforma e un mai morto Treviso torna sotto break 27-21. Al 70’, peró, riallunga Glasgow dalla piazzola. Al 76’ chance per Banks dalla piazzola, ma il calcio esce di poco. E a tempo scaduto arriva la meta del bonus per Glasgow. Finisce 37-21, ma Treviso esce a testa alta.

In uno Scotstoun tutto esaurito, i Leoni sono subito aggressivi e non permettono ai Warriors di liberarsi dell’ovale. Al 9’ da una touche in favore dei padroni di casa sulla linea dei 22 biancoverdi, Glasgow porta a terra la palla e sugli sviluppi dell’azione va in meta. La marcatura realizzata da Seymour viene trasformata da Horne. Poco dopo sono ancora i Warriors a rendersi pericolosi con una serie di pick and go, un calcio di punizione fischiato a loro favore manda Horne sulla piazzola: il suo calcio è preciso.

I Leoni provano presto a riorganizzarsi per trovare il varco, si entra nei 22 avversari e si conquista un calcio di punizione. Banks sistema l’ovale sulla piazzola e centra i pali. Gli scozzesi impongono ritmi di gioco veramente elevati, al primo tentativo vengono fermati dalla difesa biancoverde ma al secondo vanno in meta con Harley, trasforma Horne. Alla ripresa del gioco ottima azione personale di Traore che liberato da un offload di Barbini riesce a guadagnare 40 metri conquistando anche un calcio di punizione. Banks non ha problemi a centrare i pali da posizione favorevole. Nel finale di primo tempo i Warriors continuano ad attaccare ma sono i biancoverdi a trovare la via dei punti con una punizione di Banks da posizione defilata. La prima frazione di gioco termina 17 a 9 in favore dei padroni di casa.

La ripresa comincia ancora con ritmi elevanti, coach Crowley al 46’ sostituisce quattro giocatori in un colpo solo: fuori Traore, Fuser, Negri e Tebaldi al loro posto De Marchi, Lazzaroni, Barbieri e Bronzini. Al 48’ i Leoni restano in 14 per il giallo ad Esposito. Un minuto più tardi i padroni di casa allungano il divario con il piazzato di Horne. Al 52’ De Marchi è costretto a lasciare il campo per un infortunio al braccio, al suo posto entra Zani. Al 54’ Horne trova il varco che gli consente di superare la difesa biancoverde e va in meta, lo stesso trasforma. Al 56’ punizione in favore dei Leoni, si decide di andare in touche. Da quest’ultima i Leoni costruiscono una maul avanzante che li conduce dritti oltre la linea di meta con Lazzaroni. Banks colpisce il palo da posizione defilata.

Al 64’ i Leoni tornano in touche a ridosso della linea dei 22 avversaria, i biancoverdi continuano a provarci. Serie di fasi che portano in touche dentro i 5 metri di Glasgow, dalla touche nasce l’azione che porta alla meta dell’appena entrato Ruzza; Banks trasforma facilmente. Qualche minuto più tardi, calcio di punizione fischiato contro i Leoni e Thomson va per i pali e li centra. Al 76’ i Leoni hanno la possibilità di accorciare le distanze con Banks, il calcio dell’apertura neozelandese termina fuori di pochissimo. Nel finale di gara arriva la meta dei Warriors con Johnson, Johnson trasforma. Allo Scotstoun Stadium di Glasgow i Warriors battono i Leoni 37 a 21.

Foto - Benetton Treviso

Vota l'articolo:
4.01 su 5.00 basato su 165 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO