Nuova Zelanda: il rugby ha un problema con alcol, droga e sesso

Una ricerca mostra come negli ultimi anni vi siano stati diversi casi di 'comportamento inappropriato' che ha coinvolto rugbisti.

XINING, CHINA - AUGUST 16: (CHINA OUT) A sex worker undresses at a rented house near the Xining Railway Station on August 16, 2006 in Xining, China. Many girls come from rural areas to the city for better economic prospects. They are often unskilled and find the greatest economic opportunity in prostitution. Due to a lack of education and knowledge of protection against diseases, the girls are the most vulnerable to HIV infection. According to state media, China has strengthened efforts to popularize the use of condoms to prevent the spread of AIDS and other sexually transmitted diseases. (Photo by China Photos/Getty Images)

Manca solo il rock&roll, per il resto c'è tutto. Droga e sesso. E alcol. Ed è una piaga che sta colpendo il rugby neozelandese. A dirlo una ricerca guidata da Kathryn Beck, presidente della New Zealand Law Society, che ha analizzato i casi degli ultimi anni, mettendo in evidenza come siano stati studiati 36 casi di "comportamento inappropriato". In metà di questi casi una componente fondamentale è stato l'alcol o la droga. E in molti casi il comportamento è stato di tipo sessista, arrivando anche a molestie sessuali in alcuni casi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 118 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO