Rugby Italia: Fir, bilancio 2016 in rosso di 635mila euro

Pubblicato sul sito federale il bilancio consuntivo dell'anno scorso. Raddoppiano i costi della Cittadella di Parma e quasi 12 milioni il costo della Pro 12. Secondo rosso consecutivo.

bilancio-fir.jpg

Il Bilancio Consuntivo 2016, approvato in occasione del Consiglio Federale del luglio scorso, è stato pubblicato in queste ore sul sito della Federazione Italiana Rugby (qui potete scaricarlo integralmente). Bilancio che chiude con un passivo di 635.945,59 euro. E se, ovviamente, c'è un boom rispetto al 2015 dei ricavi per i test match, visto che l'anno precedente c'erano i Mondiali e non si giocò a novembre, calano del 10% i ricavi da pubblicità e sponsor, a dimostrazione del difficile momento del rugby italiano di attirare investitori.

Pesante è anche la liquidità a disposizione della Fir al 31/12/2016, scesa da 3,5 milioni di euro a 1,95 milioni. Passano, inoltre da 127mila a 249mila euro i costi di gestione della Cittadella del rugby di Parma (da cui, quest'anno, se ne è andata l'Accademia, ndr.), mentre "La contribuzione alle due franchigie federali incide sul bilancio federale per un totale complessivo di Euro 11.270.269,08″. Di questi 6.745.000 sono i contributi diretti alle franchigie (con un contributo straordinario di mezzo milione di euro alle Zebre, ndr.).

Insomma, per il secondo anno consecutivo il bilancio federale è in passivo dopo il saldo negativo di 2.151.867,78 per l'anno 2015. Da sottolineare, inoltre, che il bilancio approvato a luglio da parte del Consiglio federale si differenzia ampiamente rispetto al bilancio preventivo approvato un anno prima, quando la FIR aveva indicato per il bilancio 2016 un segnale positivo di 11.687,46 euro.

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 85 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO