Exeter 7s: Irlanda e Russia ai mondiali. L'Italia chiude decima

Con la sconfitta, a sorpresa, della Spagna nei quarti col Portogallo assegnati i biglietti per San Francisco 2018.

rwcs2018.png

Con le vittorie contro Inghilterra (24-5) e Georgia (19-12) nei quarti di finale, Irlanda e Russia conquistano il pass per la Rugby World Cup Sevens 2018 negli USA. Cade, infatti, a sorpresa la Spagna contro il Portogallo (14-21) e non può più superare le due dominatrici delle Grand Prix Series, anche se poi l'Irlanda ha perso in semifinale con il Galles, che sfiderà la Russia in finale, con questi ultimi a un passo dal vincere le Grand Prix Series 2017. Italia che, invece, si giocava il Trophy, cioè il nono posto finale del torneo.

Con il Belgio è l’Italia a fare la partita, ma ci vogliono quattro minuti prima che un buonissimo Gallimberti scatta al largo e va a schiacciare indisturbato in meta. Ma riprende il match e azzurri che si fanno sorprendere al largo e Belgio che va fino in fondo, ma senza trasformazione. Così si conferma la tendenza azzurra a sprecare troppo e si va all’intervallo con un vantaggio minimo. A inizio ripresa è un ottimo Bruno a trovare un bel break, ma il solito ultimo passaggio sbagliato nega la meta agli azzurri. Serve una punizione battuta velocemente da Zini, che allunga il braccio fin oltre la linea per dare agli azzurri l’allungo, anche se la mancata trasformazione non porta l’Italia oltre il break. A ottanta secondi dalla fine l’Italia conferma il trend di essere latitante nei placcaggi, il Belgio ringrazia e si va sul 12-10 per gli azzurri. Fadalti controlla l’ultimo pallone, aspetta che l’orologio diventi rosso ed esce, portando l’Italia alla finalina per il nono posto, dove sfideranno la Francia.

E con i Bleus 7s è subito un match in salita, con i francesi che mostrano subito le loro qualità e vanno in meta dopo un solo minuto di gioco. Ma un minuto dopo arriva un colpo di classe di Nick Fadalti. Palla presa ampiamente nella propria metà campo, un passaggio fintato, cambio di passo e francesi sorpresi che lo vedono correre 80 metri prima del 7-5 azzurro. Ma quando l'Italia sembra in grado di controllare i Bleus, ecco che un'indecisione azzurra costa la seconda meta e il controsorpasso francese che sembra chiudere il primo tempo sul 12-7. Ma a tempo scaduto questa volta è l'Italia a colpire e lo fa nuovamente con una finta di un ispirato Fadalti che beffa i francesi e porta l'Italia avanti 14-12. Dopo tre minuti della ripresa, però, bella azione corale della Francia e terza meta per i Bleus, che così si riportano avanti di tre punti. E quando un passaggio errato regala palla ai Blues si chiude virtualmente il match con la Francia che punisce la disattenzione azzurra e va a +10. A tempo scaduto bella meta di Francescato per il 24-21 finale, ma Italia che, così, chiude decima un torneo in cui si sono viste cose buone, ma si sono perse troppe occasioni.

Ora per gli azzurri una lunga vacanza, ma bisogna pensare al futuro e capire cosa si è sbagliato in questi anni. Domani ne parleremo, perché se l'Italseven vuole fare il salto di qualità deve cambiare. E tanto.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 28 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO