Caos Zebre: e se non si iscrivessero al Pro 12?

La voce rimbalza da settimana scorsa e oggi sulla stampa veneta diventa più forte.

zebre-caos.jpg

Lo avevamo scritto venerdì scorso, parlando del rinvio della campagna abbonamenti della Benetton Treviso. L'ingresso di Cheetahs e Southern Kings potrebbero non essere le uniche novità importanti nella prossima stagione della Guinness Pro 12. Sì, perché da settimana scorsa a Rugby 1823 era giunta la voce che l'iscrizione delle Zebre al torneo celtico era sempre più in bilico.

La svolta federale annunciata dalla Fir non c'è ancora stata e, come si legge oggi sulla Gazzetta di Parma, le posizioni di Fir, soci colornesi delle Zebre (che ruotano attorno a Cantoni) e soci di minoranza (che farebbero riferimento a Giancarlo Dondi) sarebbero molto distanti, con Gavazzi poco propenso ad accollarsi i costi della franchigia, i soci di maggioranza che sognano altri contributi a perdere federali per andare avanti e minoranza pronta a portare la società in tribunale. Insomma, una situazione esplosiva e nella quale programmare anche il domani diventa impossibile.

Così sulla stampa veneta rimbalza la voce di cui vi parlavamo. L'allargamento alle due franchigie sudafricane potrebbe non portare alla nascita di un Pro 14. Infatti nell'incontro di domani tra Gavazzi e Anayi, di cui parliamo qui, un tema caldo sarà proprio quello delle Zebre. E senza garanzie (ma come può, oggi, Gavazzi dare una qualche garanzia?) il Board del Pro 12 potrebbe decidere di non accettare l'iscrizione delle Zebre al prossimo campionato, lasciando l'Italia con una sola squadra e il torneo monco.

Una situazione grottesca, soprattutto se si pensa che siamo al 10 luglio. Una situazione grottesca anche perché la situazione societaria delle Zebre era nota da mesi, per non dire anni. Ed è stata trascinata colpevolmente fino a oggi. Dovessero saltare i bianconeri cosa succederà ai giocatori, molti dei quali orbitano attorno alla maglia azzurra? I mercati esteri sono chiusi, l'Eccellenza non può essere considerata un torneo probante per chi deve giocare a livello internazionale e gli stipendi attuali non possono essere garantiti. Una situazione grottesca, che poteva essere risolta mesi fa. Ma per calcoli elettorali e giochini politici si è lasciato che le Zebre incancrenissero. Applausi.

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 111 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO