Favole ovali: Leali'ifano, in campo sette mesi dopo il trapianto

Il campione australiano, cui era stato diagnosticata la leucemia dieci mesi fa, ha giocato un match amichevole nell'ultimo weekend.

CANBERRA, AUSTRALIA - JULY 16: Christian Lealiifano of the Brumbies in action during the round 17 Super Rugby match between the Brumbies and the Force at GIO Stadium on July 16, 2016 in Canberra, Australia.  (Photo by Mark Nolan/Getty Images)

10 mesi fa la tragica notizia che Christian Leali'ifano era malato di leucemia. Addio al rugby, le prime cure, poi a novembre il trapianto di midollo osseo. 100 giorni in ospedale, le speranze e i dubbi sul proprio futuro. A febbraio, poi, la consapevolezza che la leucemia stava scomparendo, che il suo corpo stava vincendo. Ma, forse, anche allora non avrebbe mai immaginato che a giugno sarebbe tornato a indossare la maglia dei suoi Brumbies.

E, invece. Sabato a Singapore - approfittando della pausa del Super Rugby - i Brumbies hanno affrontato gli Asia-Pacifc Dragons in un match esibizione. Nulla di faticoso, nulla in palio, ma per Christian Leali'ifano l'inizio di una nuova vita. Il centro dei Wallabies, infatti, ha giocato 30 minuti. "Il mio percorso è ancora lungo, quotidiano, prendo ogni giorno come viene - ha raccontato Leali'ifano dopo la partita -. Ma è stato fantastico tornare in campo e giocare nuovamente a rugby dopo così tanto tempo".

Una favola che sembra avere un lieto fine. Ma Christian Leali'ifano sa che la sua lotta non è finita. Dovrà sconfiggere del tutto il male, dovrà ritornare completamente alla sua vita e, solo allora, capirà se potrà tornare a essere quel campione che era prima. Ma, intanto, sul campo di Singapore si è scritta una nuova, bellissima, pagina della sua vita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail