Storie ovali: Diogo Ferreira, il primo portoghese che sfidò gli inglesi

Il portoghese dei Sale Sharks, entrato in campo lo scorso weekend, è il primo giocatore lusitano a esordire nella Premiership.

CARRINGTON, ENGLAND - AUGUST 30: Diogo Ferreira  poses for a portrait during the Sale Sharks squad photocall for the 2016-2017 Aviva Premiership Rugby season on August 30, 2016 in Carrington, England.  (Photo by Nigel Roddis/Getty Images)

E' il 19' della sfida tra i Leicester Tigers e i Sale Sharks. Il match è alle prime battute, i Tigers ancora non dominano. Un infortunio. Nella prima linea degli Sharks. A uscire è Kieran Longbottom, a entrare è Diogo Ferreira. Portoghese. E con lui esordisce un giocatore lusitano nel massimo campionato inglese di rugby. In campo quasi 60 minuti (uscirà tra il 53' e il 60') nel match poi vinto da Leicester.

20 anni, da quattro residente per studio in Inghilterra, Diogo alla scuola e all'Università ha affiancato il rugby. E, passo dopo passo, è arrivato fino a entrare nel programma Under 18 dei Sale Sharks. Crescendo, studiando e, ora, esordendo nel campionato del Paese dove il rugby è nato. A un mese, circa, dall'esordio del 1° aprile con la maglia del Portogallo contro l'Ucraina.

“E' stata una giornata abbastanza incredibile, volevo solo entrare in campo e godermela, e l'ho fatto. E' un campo duro dove giocare, ma me lo aspettavo a essere onesto. E' stato un gran giorno per me. Sei lì che giochi e, a un certo punto, pensi 'Wow, ci sono 25mila persone qui'. Sono grato per l'opportunità, questa è una delle cose belle nel Sale, sono una grande squadra per un ragazzo come me, perché ti danno una chance se ti impegni in allenamento e se vedono che meriti" ha raccontato.

Un'opportunità arrivata solo pochi giorni prima. "Quando Halani si è infortunato io ero in verità a Durham. Mi hanno chiamato e mi hanno detto 'c'è l'occasione di giocare', quindi sono venuto qui. Sono veramente grato dell'occasione avuta - continua Ferreira, che ora spera nell'esordio davanti al pubblico di casa -. Spero proprio di giocare sabato. Sarebbe un altro grande momento, perché è stato bello debuttare davanti a 25mila persone, sono stato fortunato a giocare 60 minuti, a causa dell'infortunio di Kieran, ma è tutta un'altra cosa debuttare a casa. E Sale ormai è un po' casa mia".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 62 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO