Grandi campioni: Castrogiovanni "Mi avevano dato sei mesi di vita"

L'ex pilone azzurro, attualmente impegnato a "Ballando con le stelle" ha raccontato la sua lotta contro il cancro.

martin-castrogiovanni.jpg

Ora è impegnato a ballare in tv, ha appeso le scarpette al chiodo qualche mese fa, ma Martin Castrogiovanni non può dimenticare il 2015, quando durante la Rugby World Cup ha passato uno dei momenti più brutti che una persona possa passare. Un momento duro, durissimo, ma che lui ha sempre vissuto cercando di non perdere quel sorriso che gli appartiene.

"Dopo la risonanza magnetica erano tutti bianchi in faccia. Nessuno aveva il coraggio di dirmi niente. In ospedale non ho voluto né mia sorella né mia madre: ha una certa età, farla venire dall'Argentina per vedermi sdraiato in un letto non aveva senso. Inutile dire che non ti prende la paura e che non ti passano pensieri per la testa" ha raccontato Martin a Rai 1.

Sì, perché quei dolori alla schiena provati durante i Mondiali non erano solo mal di schiena. Ma la prima diagnosi è tremenda: tumore maligno. E i medici non sanno come dirlo a quel campione, enorme e giovane, sempre sorridente. Sei mesi di vita. Questa è la diagnosi. Sbagliata. Perché il tumore c'è, sui nervi della zona lombare, ma è benigno, è un neurinoma. Operabile, senza conseguenze per il futuro.

"Dopo quel giorno ho capito che la vita va sempre vissuta con un sorriso, perché sorridere aiuta, trasmette tante cose, gioia, forza. E soprattutto non sai mai quello che ti potrebbe accadere domani: bisogna vivere ogni giorno come fosse l'ultimo" ha concluso Martin. Che il sorriso non l'ha mai perso.

Vota l'articolo:
4.50 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO