6 Nazioni 2017: Italia vs Francia, azzurri con l'effetto sorpresa

Appuntamento oggi alle 14.30 all'Olimpico di Roma, e in diretta su DMAX, per il XV di Conor O'Shea contro i Bleus. Ecco tutte le info.

during the 2017 RBS Six Nations launch at The Hurlingham Club on January 25, 2017 in London, England.

Il tema di cui più si è discusso dopo l'ultimo turno dell'RBS 6 Nazioni è stato sicuramente l'innovativa tattica dell'Italia nei punti d'incontro, anche se la Francia si sarà sicuramente preparata per rispondere ai ragazzi di O'Shea dovessero usarla di nuovo. Nonostante il vantaggio all'intervallo sia contro il Galles sia contro l'Inghilterra, l'Italia è ancora ultima in classifica, mentre la Francia punta alla vittoria per risalire dall'attuale quinto posto.

La Francia era arrivata al Torneo piena di speranze, ma è stata battuta per due volte in trasferta – la prima in Inghilterra e nell'ultimo turno a Dublino – vincendo solo nel secondo turno a Parigi contro la Scozia. Contro l'Irlanda i ragazzi di Guy Novés erano apparsi pericolosi all'inizio, ma poi sono saliti in cattedra Johnny Sexton e Conor Murray e le differenze sono state restabilite, negando ai Bleus anche il punto di bonus. Novés ha, dunque, scelto di fare quattro cambi nel XV iniziale, con Brice Dulin al posto di Scott Spedding a estremo, mentre un ritrovato Virimi Vakatawa sostituisce Yoann Huget. In mischia, invece, Julien Le Devedec entra per l'infortunato Sébastien Vahaamahina, mentre Fabien Sanconnie esordisce venendo preferito a Bernard le Roux, che finisce in panchina. Per l'Italia, invece, tornano Leonardo Ghiraldini a tallonatore e Angelo Esposito all'ala, mentre con Tommaso Allan infortunato all'apertura torna Carlo Canna.

A oggi la Francia è sia la formazione che ha segnato meno mete nel Torneo (solo 2, contro le 4 dell'Italia) e quella che ha concesso più punizioni. L'Italia, dunque, per avere la meglio dei Bleus dovrà sicuramente partire da una difesa che non conceda spazi a una linea allargata pericolosissima, mentre dall'altra dovrà competere alla pari contro una mischia di grandissima qualità. La "no ruck" probabilmente ormai è stata 'sgamata', ma sicuramente O'Shea e il suo staff avrà studiato qualche sorpresa per ribaltare gli ovvi pronostici della vigilia. Durando, come ha sottolineato O'Shea, per 80 minuti dopo che in due occasioni su tre (Galles e Inghilterra) l'Italia aveva chiuso in vantaggio il primo tempo prima di crollare nel finale.

ITALIA - FRANCIA
Sabato 11 marzo, ore 14.30 - Stadio Olimpico, Roma
Italia: 15 Edoardo Padovani, 14 Angelo Esposito, 13 Michele Campagnaro, 12 Luke McLean, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Carla Canna, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Simone Favaro, 6 Abraham Steyn, 5 Dries van Schalkwyk, 4 Marco Fuser, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Tommaso D’Apice, 17 Sami Panico, 18 Dario Chistolini, 19 George Biagi, 20 Maxime Mbanda, 21 Giorgio Bronzini, 22 Tommaso Benvenuti, 23 Luca Sperandio
Francia: 15 Brice Dulin, 14 Noa Nakaitaci, 13 Rémi Lamerat, 12 Gaël Fickou, 11 Virimi Vakatawa, 10 Camille Lopez, 9 Baptiste Serin, 8 Louis Picamoles, 7 Kévin Gourdon, 6 Fabien Sanconnie, 5 Yoann Maestri, 4 Julien Le Devedec, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado, 1 Cyril Baille
In panchina: 16 Christopher Tolofua, 17 Uini Atonio, 18 Eddy Ben Arous, 19 Paul Jedrasiak, 20 Bernard Le Roux, 21 Antoine Dupont, 22 Francois Trinh-Duc, 23 Yoann Huget
Arbitro: Ben O’Keeffe

Vota l'articolo:
5.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO