6 Nazioni 2017: O'Shea "In Inghilterra non per perdere"

Il ct azzurro alla vigilia della sfida di Twickenham, però, ammette: "Se entrambe al 100% vincono loro".

oshea-turchetto.jpg

"Twickenham è una grande sfida per tutti. Abbiamo molto potenziale in questa squadra, ma sicuramente ci sono anche molti aspetti da migliorare nel nostro sistema. Non penso che i risultati precedenti contro Galles ed Irlanda riflettano il reale valore del campo, ed entrambi sono difficili da accettare. Dobbiamo concentrarci sul nostro rugby, su quello che possiamo controllare, e cambiare la nostra mentalità, smettere di autocompatirci e concentrarci sulla nostra performance".

Lo ha detto il CT dell'Italrugby, Conor O'Shea, in vista della sfida di domenica prossima a Twickenham contro l'Inghilterra nella terza partita del torneo di rugby 6 Nazioni a margine dell'annuncio della formazione che sfida il XV della Rosa.

“Abbiamo lavorato con più attenzione in settimana per evitare di ricreare quelle situazioni in cui abbiamo permesso all’Irlanda di prendere il controllo del gioco. I giocatori hanno sempre le loro responsabilità, senza dubbio, ma come tecnici e come amministratori del gioco in Italia siamo noi ad avere la responsabilità di apportare quei cambiamenti necessari a creare un ambiente più idoneo per mettere gli atleti nella giusta condizione” ha aggiunto il CT.

"Non prepariamo le partite per perderle, ma se l'Inghilterra gioca al meglio e noi facciamo altrettanto, l'Inghilterra vince. Il nostro obiettivo è esprimere la miglior performance possibile, penso che abbiamo un buon piano di gioco per questo week end", prosegue O'Shea, che poi aggiunge: "La sconfitta contro l’Irlanda ha fatto male, non potrebbe essere diversamente".

Foto - Marco Turchetto/RugbyToItaly

  • shares
  • Mail