Eccellenza: addio Lega e c'è un caso doping

Il progetto di una Lega d'Eccellenza è già naufragata, mentre a Piacenza scoppia la grana Cammi.

lega-eccellenza.jpg

Addio Lega d'Eccellenza. Il progetto di ridare vita alla vecchia LIRE è naufragato prima ancora di vedere la luce. A scriverlo, stamani, è Il Gazzettino - nella sua edizione di Rovigo - dove si racconta che gli incontri tra i presidenti del massimo campionato italiano hanno portato a mettere in archivio l'idea di una Lega dei club, mentre prenderà vita un "comitato dei presidenti". A questo comitato ha dato il suo ok anche il presidente del Rovigo, Zambelli, contrario alla Lega. Il comitato dovrà fare da interlocutore con la Fir per portare avanti le istanze dell'Eccellenza.

Ma le brutte notizie in casa Eccellenza non si fermano qui e si torna a parlare di doping. La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping, invece, in accoglimento delle istanze di sospensione cautelare proposte dalla Procura Nazionale Antidoping, ha provveduto a sospendere in via cautelare l’atleta Gian Luca Cammi (tesserato FIR) riscontrato positivo alla sostanza Benzoilecgonina (metabolita della cocaina) a seguito di un controllo disposto dalla NADO-ITALIA al termine della competizione “Sitav Rugby Lyons - Fiamme Oro Roma”, svoltosi a Piacenza il 28 gennaio 2017.

Foto - Giampaolo Donzelli/Rugby Rovigo Delta

  • shares
  • Mail