Pro 12: Zebre, Azzolini e Tenga permit player

I due giocatori arrivano dalle Fiamme Oro e saranno aggregati ai bianconeri in vist degli impegni durante il Sei Nazioni.

zebre-permit-azzolini-tenga.jpg

Le Zebre si sono ritrovate ieri alla Cittadella del Rugby di Parma dopo la settimana di riposo concessa dallo staff tecnico. Mancano 10 giorni al prossimo impegno del XV di Parma che ritroverà il campionato Guinness Pro 12 venerdì 10 febbraio a Parma contro i leader della classifica, i gallesi Ospreys.

 Il gruppo bianconero – senza 15 nazionali a Roma nel ritiro dell’Italia che domenica apre il suo RBS 6 Nazioni 2017 ospitando il Galles- ha accolto due permit players tesserati col club delle Fiamme Oro Rugby nel massimo campionato italiano Eccellenza: l’apertura Maicol Azzolini e il pilone Roberto Tenga.

Per il mediano si tratta di un ritorno nelle fila delle Zebre, club col quale ha esordito nel Guinness Pro 12 nella finestra autunnale del mondiale inglese 2015, sempre in qualità di permit player. Il pesarese ha vestito la maglia bianconera anche un anno fa durante il Sei Nazioni 2016 affrontando due volte il Leinster nel campionato celtico dove vanta quattro presenze.

Il pilone destro invece è alla sua prima esperienza con la franchigia di base a Parma. Tenga è alla sua terza stagione in Eccellenza, torneo che lo ha visto giocare con tre maglie diverse. Dopo l’esordio nel massimo campionato italiano nelle fila de I Cavalieri Prato nella stagione 2013/14, il giocatore poi è risceso in Serie A perdendo la finale promozione 2014/15 col club ligure del Pro Recco. Tornato in Eccellenza al Rugby Rovigo, la scorsa stagione Tenga ha vinto da assoluto protagonista il titolo di campione d’Italia meritandosi anche la chiamata della nazionale italiana Emergenti con la quale ha giocato da titolare le tre gara della World Rugby Nations Cup 2016 di Bucarest. La scorsa estate è arrivato il passaggio a Roma per vestire la maglia delle Fiamme Oro Rugby mentre a Novembre 2016 Tenga è stato ancora parte del gruppo della nazionale Emergenti giocando in entrambe le vittorie del XV di coach Orlandi contro gli scozzesi dell’Heriot.

Le parole del team manager Andrea De Rossi: "Ci apprestiamo ad affrontare un momento della stagione che sappiamo essere il più duro; sono 15 i ragazzi convocati dalla nazionale italiana per il Sei Nazioni mentre in un mese ci aspettano cinque sfide consecutive di Guinness PRO12 di cui tre in trasferta. Ringrazio le Fiamme Oro Rugby ed in particolare il Dott. Armando Forgione per la disponibilità dimostrata ancora una volta verso le Zebre. Per questa prima gara contro gli Ospreys potremo contare sull’apporto di due giocatori che, oltre ad aver dimostrato di meritare questa opportunità grazie al campionato Eccellenza, danno continuità al positivo progetto di crescita costruito coi permit players".

  • shares
  • Mail