Tendenze: esoneri, il rugby sempre più simile al calcio?

La provocazione arriva dall'Inghilterra, dove negli ultimi mesi sono stati ben tre gli allenatori cacciati. Un fatto raro in passato.

rugby-esoneri.jpg

L'ultimo è stato Richard Cockerill, cui il Leicester ha dato il benservito dopo anni alla guida della squadra. Prima era stata la volta di Andy Robinson, esonerato da Bristol nonostante fosse stato il fautore della promozione in Premiership. A Bath, invece, in estate era stato salutato Mike Ford. Nel mezzo, in Francia, è stato Diego Dominguez a pagare per tutti a Tolone, nonostante la squadra fosse in piena corsa per playoff e Champions Cup.

E a gennaio dell'anno scorso da noi era stato Umberto Casellato a venir esonerato a Treviso, con Pippo Frati fatto fuori a Rovigo poche settimane prima. Sei casi, dunque, in poco più di 12 mesi. Certo, non siamo ai livelli del Palermo di Zamperini, ma gli esoneri nel rugby stanno diventando un'abitudine e non l'eccezione, come in passato. Una tendenza che preoccupa il presidente dell'associazione allenatori inglese, Richard Moon.

"Ci sono stati più esoneri, ma quello che è più interessante è quando avvengono. Essi tendono, più recentemente, a verificarsi durante la stagione piuttosto che al termine di una stagione - le parole di Moon alla BBC -. Gli allenatori sembrano venir giudicati su obiettivi e risultati a breve termine. Sono giudicati un po' come gli allenatori di calcio già dopo le prime due o tre partite? O si arriva a Natale, Pasqua o ai playoff?".

E a preoccupare Moon non è solo la questione sportiva o culturale, con il posto di allenatore che appare meno sacro che in passato e che, con il crescere del professionismo, diventa più spesso il capro espiatorio di una stagione difficile. A preoccupare, rispetto al calcio, è il fatto che nel rugby il professionismo è molto più limitato, i club che pagano un allenatore sono molti meno e, dunque, per un allenatore licenziato il rischio di restare per strada è elevato.

Vota l'articolo:
5.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO