Qualifying Cup: Italiane, serve l'en plein

Si disputa domani l'ultimo turno del torneo che deciderà le due formazioni per i playoff che valgono la prossima Challenge Cup.

eccellenza-11-anteprima.jpg

Quattro vittorie per non correre rischi, ma non sarà facile. All'Italia servirebbe un en plein di successi per garantirsi sicuramente l'accesso alle due 'finali' della Qualifying Cup che valgono due posti nella prossima Challenge Cup. Per sfidare i Timisoara Saracens e l'Enisei-STM, infatti, bisogna chiudere al primo posto i due gironi.

Nel girone 1 comandano i russi del Krasny Yar che hanno un punto di vantaggio sul Petrarca. I veneti, dunque, sono obbligati a vincere in Germania contro l'Heidelberger, ma devono anche affidarsi ai cugini del Rovigo che ospita proprio i russi. Niente calcoli, perché la differenza punti sembra condannare il Petrarca e, dunque, serve un favore da parte dei rossoblù per chiudere in vetta.

Rovigo che, però, deve vincere non solo per fare un favore agli avversari di sempre. Nel girone 2, infatti, comanda il Mogliano con un punto sui rossoblù e due sugli spagnoli de El Salvador. Rovigo, dunque, deve vincere - possibilmente con bonus, ma sarà dura - e poi guardare a Mogliano, dove i biancoblu ospitano i belgi del Dendermonde. Vietato sbagliare in un match sulla carta non difficile. Chiude Calvisano-El Salvador, match che i brasciani vogliono vincere per chiudere comunque con tre vittorie il torneo e che toglierebbe ogni rischio di un'italiana fuori dai giochi nel gruppo 2.

QUALIFYING CUP - QUARTA GIORNATA
Rovigo v Krasny Yar
Calvisano v El Salvador
Heidelberger v Petrarca
Mogliano v Dendermonde

QUALIFYING CUP - CLASSIFICHE
Girone 1: Krasny Yar 15; Petrarca 14; Calvisano 10; Dendermonde 0
Girone 2: Mogliano 7; Rovigo 6; El Salvador 5; Heidelberger 0

Foto - Elena Barbini

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO