Champions Cup: e se il Pro 12 non fosse così mediocre?

Al giro di boa della Coppa Europa sono quattro i club celtici virtualmente qualificati ai playoff.

<> on December 9, 2016 in Northampton, United Kingdom.

Certo, siamo solo a metà del percorso e la variabile dei match casalinghi ed esterni possono ancora ribaltare tutto, ma l'ultimo weekend di rugby europeo ha esaltato i club provenienti dalla Guinness Pro 12, con ben 8 vittorie tra Champions e Challenge Cup, ma soprattutto con ben quattro formazioni virtualmente qualificate per i quarti di finale della Champions Cup.

Nel girone 1, infatti, in testa c'è Munster, seguito dai Glasgow Warriors, mentre nel girone 2 alle spalle dei Wasps ci sono i ragazzi del Connacht. Nel girone 4 è il Leinster in vetta, mentre nel girone 5 l'Ulster è secondo assieme al Bordeaux alle spalle del Clermont. E guardando alla differenza punti, al momento, ai quarti andrebbero Munster, Wasps, Saracens, Leinster, Clermont - primi nei rispettivi gironi - con Glasgow, Connacht e Montpellier. Cioè due club inglesi, due club francesi e ben quattro squadre celtiche, di cui tre irlandesi e una scozzese.

Insomma, chi parla di un Pro 12 qualitativamente molto distante da Premiership e Top 14 deve ricredersi guardando ai risultati sin qui usciti dall'urna europea, così come la rivoluzione della Coppa Europa, dopo un paio di anni di crisi, rivede i club celtici ai vertici. Con l'Irlanda a farla da padrona, se si pensa ai due club primi in classifica, Leinster e Munster, e all'Ulster che è fuori solo per la differenza punti. Il trend continuerà anche il prossimo weekend.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail