Castrogiovanni: un addio tra romanticismo e goliardia

Una lettera della Federazione argentina pubblicata su Facebook aveva fatto pensare a un nuovo contratto per l'ex pilone azzurro. Ma non sarà così.

during the Heineken Cup Pool 2  match between Toulon and Glasgow Warriors at the Felix Mayol Stadium on October 13, 2013 in Toulon, France.

Martin Castrogiovanni torna a giocare a rugby? Forse sì, forse no. Anzi no. L'ex pilone dell'Italrugby è fermo dalla scorsa stagione, quando l'affaire Las Vegas ha portato alla rescissione del contratto con il Racing 92, il club parigino campione del Top 14. Da allora Martin si è dedicato alla tv e al cinema, mettendo la palla ovale da parte. Ma ora è il momento di rimettere le scarpette.

Su Facebook, infatti, ha iniziato a girare una lettera ufficiale della Federazione Argentina di rugby, l'UAR, spedita alla Federazione Entrerriana de Rugby, cioè quella della Provincia di Entre Ríos. Nella lettera si legge che l'UAR informa di aver avuto la notifica da parte della Federazione Francese di aver liberato Martin Castrogiovanni (che risultava ancora tesserato con la FFR), concedendogli il pass per giocare in Argentina.

La notizia ha iniziato a fare il giro del web, facendo crescere l'ipotesi che Martin Castrogiovanni potesse tornare a giocare a rugby. Lui stesso, in passato, aveva confessato che a fine carriera sarebbe voluto tornare in Argentina. Ma, in verità, nulla di tutto ciò avverrà. La verità, infatti, è un'altra. Martin, infatti, ha deciso di dire basta. Ma vuole farlo indossando la sua prima maglia, quella dell'Estudiantes. E lo farà il prossimo 17 dicembre a Paraná, dove è nato, all'interno del torneo di rugby 7s del Plumazo. Ma, ancora una volta, lo farà a modo suo.

Perché per l'addio ha scelto un torneo con un nome particolare. Il “Seven de Gordos”, cioè il "Seven dei ciccioni", il torneo dedicato ai giocatori di mischia che superano i 100 chilogrammi di peso. Insomma, niente passerelle all'Olimpico, niente match d'addio con i grandi campioni, ma un ritorno alle origini, al passato. E con la sua solita vena goliardica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail