Test Match: Italia nella storia! Battuto il Sud Africa

Si è conclusa al Franchi di Firenze la bellissima sfida tra gli azzurri e gli Springboks.

italia-sudafrica-post.jpg

Una sfida punto a punto per 80 minuti, un'Italia cattivissima in difesa e che sfrutta le occasioni per far male in attacco, resistendo anche in 14 a un Sud Africa che sicuramente non è il migliore della storia - anzi - ma resta una delle formazioni più forti al mondo. E alla fine è l'Italia a vincere per la prima volta nella storia.

Campo bagnato a Firenze, anche se una mezz'ora prima del fischio d'inizio il meteo da una tregua al Franchi. Italia che parte subito aggressiva in difesa e dopo meno di un minuto conquista una touche in attacco. Lunghissima azione azzurra, che si ferma però per un avanti che neutralizza l'attacco italiano e Sud Africa che può respirare. Due falli azzurri permettono agli ospiti di portarsi senza fatica sui 5 metri dell'Italia, che è molto aggressiva in difesa, ma anche fallosa e il Sud Africa rinuncia a un piazzato facile per tornare in touche al 6'. Ancora un fallo, che scatena una piccola zuffa in campo, ancora una touche, ancora una difesa perfetta dell'Italia, con un placcaggio durissimo di Venditti, ma al primo errore è Bryan Habana a colpire al largo e ad arrivare fino in fondo. Un velo sudafricano regala una touche sui 5 metri all'Italia alla ripresa del gioco e la maul azzurra spinge indietro gli Springboks fin oltre la linea di meta ed è Dries Van Schalkwyk a schiacciare per la 'seconda' meta sudafricana e Italia in vantaggio 7-5. E' un'Italia che entusiasma il Franchi quella che O'Shea ha messo in campo per questi primi minuti, ma una palla persa da Fuser regala il contrattacco al Sud Africa e Damian de Allende va fino in fondo per il nuovo vantaggio ospite.

Un grande placcaggio di Favaro al 20' permette agli azzurri di recuperare un ovale importante a metà campo e di conquistare una touche sui 22 offensivi, ma un passaggio in avanti fa perdere anche questa occasione. Sud Africa sotto pressione, ma Italia che non riesce ad approfittarne e al 28' deve uscire Van Schalkwyk per infortunio ed entra Biagi. Un minuto dopo fallo in mischia degli ospiti ed Edoardo Padovani va sulla piazzola da quasi metà campo – mentre scende una pioggia fortissima a Firenze – e segna i tre punti del 10-12. E' un'Italia che placca tanto e duramente e anche quando il Sud Africa trova il buco gli azzurri reagiscono e si salvano, ripartendo in contropiede. Un brutto errore di Benvenuti in difesa, però, libera un'autostrada per il Sud Africa e solo Padovani salva una meta già fatta e ospiti che trovano solo una touche a proprio favore sui 5 metri. Non convincono le scelte di George Clancy e Sud Africa che spinge ancora, ma sbaglia e Italia che con una difesa ottima si salva. Si va negli spogliatoi sul 12-10 per il Sud Africa, ma Italia che ha entusiasmato i tifosi accorsi al Franchi.

Inizio della ripresa con esordio per Ferrari e Quaglio, che prendono il posto di Cittadini e Panico. E si inizia con un fallo azzurro con Biagi e Sud Africa che ha subito una touche sui 5 metri offensivi. E arriva anche il giallo per Fuser per un fallo proprio sulla touche e ripresa subito in salita per l'Italia. Azzurri che difendono con i denti, bloccano gli ospiti, che ancora una volta devono accontentarsi di una punizione dopo 3 minuti d'attacco e Lambie questa volta va per i pali e +5 Sud Africa. Un errore di Parisse di valutazione su un calcio sudafricano regala, però, subito dopo un nuovo attacco nei 22 italiani al Sud Africa, che in questo inizio ripresa sta dominando terrorialmente. Ma l'Italia continua a esserci in difesa e Sud Africa che viene nuovamente rispedita al mittente. Italia che, così, chiude con un passivo di 3-0 i 10 minuti in inferiorità. Girandola di cambi in prima linea e mediana per gli Springboks, che non sono riusciti a trovare il colpo del ko in questo primo quarto d'ora di ripresa. E al 57' l'Italia firma il suo piccolo capolavoro. Errore incredibile del Sud Africa palla in mano, touche in attacco per gli azzurri che spingono, vanno avanti a sportellate, poi la palla va al largo, ottimo passaggio di Benvenuti a Venditti che abbatte l'avversario e va in meta e Italia in vantaggio 17-15 al 58'.

Allo scoccare dell'ora di gioco fallo azzurro a metà campo ed Elton Jantjies va sulla piazzola e Sud Africa che torna avanti di 1. Ma l'Italia non molla, anzi, e torna subito ad attaccare a testa bassa e al 64' conquista una punizione non impossibile da piazzare. Canna va sulla piazzola e non sbaglia. E Favaro ruba l'ennesimo pallone in difesa, con gli Springboks che iniziano a vedere i fantasmi sul Franchi. Un pallone preso male da Bisegni al 74' dà, forse, l'ultima chance al Sud Africa, dopo che l'Italia aveva perso una mischia a proprio favore in attacco. Resiste l'Italia, che non fa respirare e ragionare un Sud Africa in completa crisi mentale e al 77' si trova addirittura con una touche sui 5 metri offensivi. Maul azzurra abbattuta a un metro dalla linea, vantaggio per l'Italia, calcio per Bisegni che non ci arriva e nuova touche a 90 secondi dalla fine. E la maul vola e va in meta con Fuser, ma il TMO annulla perché la maul è uscita dal campo. Ma rubiamo la touche ed è vittoria!

ITALIA - SUD AFRICA 20-18
Sabato 19 novembre, ore 15.00 - Stadio Franchi, Firenze
Italia: 15 Edoardo Padovani, 14 Giulio Bisegni, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Luke McLean, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Carlo Canna (71' Tommaso Allan), 9 Giorgio Bronzini (71' Edoardo Gori), 8 Sergio Parisse, 7 Simone Favaro, 6 Francesco Minto (60' Abraham Steyn), 5 Andries van Schalkwyk (28' George Biagi), 4 Marco Fuser, 3 Lorenzo Cittadini (41' Simone Ferrari), 2 Ornel Gega, 1 Sami Panico (41' Nicola Quaglio)
Sud Africa: 15 Willie le Roux (71' Johan Goosen), 14 Ruan Combrinck, 13 Francois Venter, 12 Damian de Allende, 11 Bryan Habana, 10 Pat Lambie (53' Elton Jantjies), 9 Rudy Paige (53' Faf de Klerk), 8 Warren Whiteley, 7 Willem Alberts (66' Teboho Mohoje), 6 Nizaam Carr, 5 Lood de Jager (71' Franco Mostert), 4 Pieter-Steph du Toit, 3 Vincent Koch (53' Trevor Nyakane), 2 Adriaan Strauss, 1 Tendai Mtawarira (53' Steven Kitshoff)
Arbitro: George Clancy
Marcatori: 9' m. Habana, 13' m. Van Schalkwyk tr. Canna, 18' m. de Allende tr. Lambie, 30' cp. Padovani, 46' cp. Lambie, 57' m. Venditti tr. Canna, 62' cp. Jantjies, 65' cp. Canna
Cartellini gialli: 42' Fuser

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail