Affari italiani: Rovigo vs Gavazzi, il numero 1 Fir risponde

Duro comunicato stampa del presidente Alfredo Gavazzi in risposta di quello di ieri del Rovigo.

gavazzi.jpg

Continua il botta e risposta tra il preseidente del Rovigo Zambelli e quello della Fir Gavazzi. Dopo le scaramucce via interviste sulla stampa, infatti, ieri il Rovigo ha pubblicato un comunicato che attaccava la Fir per quel che riguarda i contributi federali ai club. Un comunicato cui, in serata, ha risposto la Fir. Eccolo.

"In riferimento al comunicato stampa diramato questo pomeriggio dalla Società Femi-CZ Rugby Rovigo Delta, la Federazione Italiana Rugby precisa di aver sempre voluto evitare qualsivoglia forma di polemica con i propri associati, evitando in più occasioni di rispondere a provocazioni e prese di posizioni inopportune a mezzo stampa.

Ciononostante, in tale occasione, il Presidente federale desidera effettuare alcuni chiarimenti, volti esclusivamente a garantire una serie di corrette comunicazioni:

il Consiglio Federale insediatosi il 17 settembre non ha ad oggi assunto alcun impegno di natura finanziaria relativo alla distribuzione di contributi ai Club di Eccellenza nella stagione 16/17
FIR non ha anticipato alcuna somma di denaro a nessuna delle Società del massimo campionato. Insinuare che ciò sia avvenuto in base alla posizione elettorale assunta, è non solo privo di qualunque fondamento ma costituisce mancanza di rispetto per la Federazione ed i suoi rappresentanti.
FIR ha sempre dimostrato in passato grande attenzione alle problematiche di natura economica delle proprie Società, facendosi parte attiva nella risoluzione ed intervenendo quando necessario con anticipazioni dei contributi
I dividendi che FIR riceve da EPCR non derivano dalla partecipazione alle Società italiane a Champions Cup, Challenge Cup o Qualifying Competition, ma dalla sola partecipazione di FIR al Board di EPCR in qualità di socio. Giova ricordare come FIR abbia acquisito posizione paritetica alle altre Union celtiche nel corso del precedente mandato. La distribuzione di tali dividendi alle Società è sempre stato un atto di liberalità di FIR, coerente con la volontà di essa di sostenere i propri associati.
Sarebbe stato forse maggiormente opportuno che la Società Femi-CZ Rovigo, anziché impegnarsi in polemiche inutili, sterili e nocive all’immagine dell’intero movimento, avesse dato attenta lettura del Comunicato Federale n. 5 del 3 dicembre 2015 e nello specifico del punto “Revisione Competenze Contributi FIR”. In alternativa, una corrispondenza interna tra FIR e la Società avrebbe ottenuto risposta esaustiva e garbata.

Come già specificato, FIR – pur non volendo entrare in alcun modo nel merito della gestione finanziaria delle proprie Società associate, si è sempre attivata per risolverne le problematiche: qualora la Società Femi-CZ Rugby Rovigo Delta lo ritenga necessario, potrà richiedere un’anticipazione del contributo di partecipazione all'Eccellenza.
Il Presidente federale, nell’auspicarsi che le polemiche che hanno caratterizzato questa fase post-elettorale possano dirsi concluse e che il quadriennio che attende il rugby italiano possa essere affrontato all'insegna della costruttività, rende noto di aver indetto per domani giovedì 10 ottobre una riunione con le Società di Eccellenza, da tenersi a Bologna e volta ad affrontare svariate tematiche.

E’ questa la sola sede idonea ad affrontare e risolvere eventuali problematiche, senza alcuna necessità di rilasciare dichiarazioni prive di qualsivoglia fondamento".

  • shares
  • Mail