Affari italiani: di Fir, elezioni, bilanci e comunicati

Un comunicato federale che vorrebbe placare gli animi in vista delle elezioni, ma che lascia più di un dubbio.

gavazzi.jpg

Si scalda l'atmosfera a meno di un mese dalle elezioni federali che dovranno decidere se ci sarà un Gavazzi bis o se le due cordate dell'opposizione saranno in grado di scalzare l'attuale presidente della Fir. E a scaldare gli animi è il Bilancio Consuntivo 2015 della Federazione. Che non è stato ancora approvato. E nei giorni scorsi sulla stampa si è paventato lo stop fosse giunto dalla Corte dei Conti e che il rinvio facesse presagire problemi molto seri di bilancio.

La Fir, però, ha voluto smentire e lo ha fatto con un comunicato stampa. "La Federazione Italiana Rugby, al fine di evitare qualsivoglia speculazione nelle settimane precedenti l’Assemblea Ordinaria Elettiva, informa che il Bilancio Consuntivo 2015 verrà approvato in occasione della prossima riunione di Consiglio Federale, nel rispetto dei termini e delle tempistiche dettati dal CONI.
Il Consiglio, nella sua ultima riunione del 3 agosto scorso, era stato costretto a rinviare l’approvazione di più punti all’ordine del giorno, tra cui quelli relativi agli affari amministrativi, causa il venir meno del numero legale dei partecipanti all’assise, per sopraggiunti problemi familiari, a lavori in corso"
si legge.

Tutto a posto, dunque? No, perché il succitato comunicato è un comunicato che "annulla e sostituisce il precedente", cioè un altro comunicato arrivato in redazione pochi minuti prima. Un comunicato che non spiegava i motivi, cioè mancava totalmente il secondo paragrafo, ma soprattutto nel primo scriveva - parlando del prossimo Consiglio Federale - "da tenersi entro la data del 15 settembre". Una dicitura ora sparita. E con le elezioni fissate per il 17 settembre, questa errata corrige fa pensare...

  • shares
  • Mail