Affari italiani: Rugby, tesserati e giocatori fantasma

Sulla Gazzetta dello Sport un trafiletto che smentirebbe i numeri annunciati dalla Fir.

italia-bilancio-giugno.jpg

Quanti sono i rugbisti italiani? 110.252 secondo la Fir, a leggere il comunicato stampa di pochi giorni fa. Il 30% in meno, secondo la Gazzetta dello Sport, che oggi pubblica un trafiletto in cui si legge che "secondo un altro studio federale (in verità è di Rocco Salvan, consigliere del Comitato veneto, ndr.) almeno il 30% di essi sono "fantasmi", cioè di fatto non svolgono alcuna attività". Pochi giorni fa, però, la stessa Fir aveva pubblicato il Bilancio di Sostenibilità 2016, in cui si parlava di 87.373 giocatori tesserati nel 2016.

110.252, 87.373 o 77.100 (cioè il 30% in meno citato dalla Gazzetta)? Il balletto di numeri attorno ai tesserati nel rugby italiano non è una novità, da anni i numeri proposti dalla Federazione cozzano con la realtà dei fatti. Perché un conto sono i tesserati (tra cui anche dirigenti, allenatori, ecc.ecc.), un conto i giocatori. E, ancora, un conto sono i giocatori tesserati e un altro i rugbisti che effettivamente praticano.

Numeri che, però, a un mese dalle elezioni federali sono importanti. Perché parlare di una crescita del 13,52% nel quadriennio 2013-16 è un conto, e mette in ottima luce la politica federale di Alfredo Gavazzi, un altro sarebbe se i dati reali fossero quelli di cui parla la Gazzetta. Ecco, i numeri sono importanti. Ma, forse, lo è di più la trasparenza e la certezza dei numeri. Altrimenti ognuno può raccontare la favola che vuole. Da una parte, o dall'altra.

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 178 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO