Olimpiadi 2016: Rugby Seven, decise le semifinaliste

Si è chiusa la fase a gironi e si sono giocati i quarti di finale.

on Day 5 of the Rio 2016 Olympic Games at Deodoro Stadium on August 10, 2016 in Rio de Janeiro, Brazil.

E' il momento dei quarti di finale e in scena va quella che per molti sarebbe potuta essere la finale. Le Fiji affrontano una Nuova Zelanda molto deludente sin qui e subito i figiani impongono la loro miglior forma e vanno in meta con Kolinisau per il 5-0 parziale dopo poco più di due minuti di gioco. Per gli All Blacks piove sul bagnato, perché al 5' arriva il giallo a Rieko Ioane, ma l'ombrello lo apre Kaka - nomen omen - che con un calcio supera la difesa e poi schiaccia in meta per il vantaggio 7-5 neozelandese con cui si va al riposo. Prova a cambiare passo la squadra figiana, fa tanto possesso, ma serve un incredibile guizzo di Jerry Tuwai, che si fa beffe della difesa All Blacks, per riportare avanti il 7s del pacifico. Gli All Blacks sono in balia degli avversari, soffrono confermando tutti i limiti di una squadra ormai a fine ciclo, mentre le Fiji sembrano non voler premere sull'acceleratore, facendo poco più del compitino. Così la ripresa passa senza grandi emozioni, anche se l'ultimo pallone è neozelandese, ma un tenuto manda le Fiji in semifinale e gli All Blacks a casa.

Chi sfiderà le Fiji in semifinale? A sfidarsi per questo onore la grande sorpresa Giappone e la Francia, non certo due delle favorite per giocarsi le medaglie alla vigilia. Il primo affondo è francese, dopo quattro minuti di gioco ed è Cler ad andare oltre per il vantaggio transalpino. Prova a rispondere il Giappone, ma in campo c'è molta confusione e imprecisione e il primo tempo finisce senza ulteriori emozioni. Emozioni che arrivano subito nella ripresa, con Lote Tuqiri che batte veloce una punizione e schiaccia in meta, ma manca la trasformazione del pareggio. Insistono i giapponesi, obbligati a una ulteriore marcatura, fallosi i francesi che soffrono e si salvano per un avanti al limite. Ma a tempo quasi scaduto la Francia sbaglia completamente difesa, Teruya Goto ringrazia, schiaccia tra i pali e conquista un'incredibile semifinale.

Grande equilibrio anche nel terzo quarto di finale tra Gran Bretagna e Argentina, con le due squadre che si sfidano apertamente, ma senza trovare i guizzi giusti. Fa qualcosa in più l'Argentina, che gestisce maggiormente l'ovale, si spinge più convinta in attacco, ma ancora una volta non riesce a sfondare e si ferma a un passo dalla linea di meta. E, così, si va all'intervallo senza punti sul tabellino e tutto ancora apertissimo. E anche nella ripresa fatica a sbloccarsi il match, con la Gran Bretagna che cresce d'intensità, si rende più pericolosa, si trova in superiorità numerica verso lo scadere, ma è confusionaria non riesce a concretizzare e subisce un giallo anche lei. Si va, così, ai supplementari, dove ancora si fatica a spezzare l'equilibrio e soprattutto a trovare la via della meta. Così al 3' dell'overtime la Gran Bretagna cerca i pali con un drop di punizione, ma l'ovale centra i pali. Trova, invece, la meta Bibby e britannici che vanno avanti. Per l'Argentina restano solo le lacrime.

Si chiude con la supersfida tra Blitzbokke e Australia, con il Sud Africa che parte da favorito d'obbligo. E dopo due minuti e mezzo è Specman a segnare la prima meta del match e Blitzbokke già davanti. E poco dopo arriva il bis, con Senatla, e Sud Africa che scappa via. A riaprire i giochi quasi allo scadere del primo tempo la meta di Cusack che chiude i primi sette minuti sul 10-5. Ci crede l'Australia nella rimonta, parte a testa bassa nella ripresa, ma a sfiorare la meta sono i Blitzbokke, con i Wallabies a salvarsi all'ultimo. Non si salvano poco dopo, quando a sfondare è Smith per il 17-5 che rischia di essere decisivo. Decisiva, invece, è la meta non annullata da Parahi poco dopo, che lascia l'ovale a disposizione ed è ancora il solito Senatla a schiacciare e a mandare i Blitzbokke in semifinale contro la Gran Bretagna. Insomma, escluso il Giappone e senza gli All Blacks, vanno in semifinale le squadre previste alla vigilia.

RUGBY 7S - QUARTI DI FINALE
22.00 Fiji v New Zealand 12-7
22.30 Japan v France 12-7
23.00 Great Britain v Argentina 5-0 (d.t.s.)
23.30 South Africa v Australia 22-5

RUGBY 7S - FASE A GIRONI
Si parte con Francia-Spagna, con gli iberici già fuori dai giochi e i francesi chiamati a vincere per prenotare un possibile posto nei quarti. E nel primo tempo è grazie a Vakatawa che i Bleus 7s si portano avanti e chiudono sul 7-0 i primi sette minuti. Ed è ancora il potente figiano a colpire a inizio ripresa, mettendo al sicuro il risultato. A segno anche Cler al 4', Aicardi poco dopo, ma a tempo scaduto la Spagna accorcia con una meta che potrebbe risultare decisiva per decidere la classifica finale del girone.

Decisiva per l'Australia la sfida contro i forti Blitzbokke dopo il ko di ieri con la Francia. E partono bene i Wallabies 7s, segnando con Parahi, e allungando a un minuto dall'intervallo con Tom Cusack. Si chiude sul 12-0, con i sudafricani che sembrano non voler forzare, forti del +50 nella differenza punti che valgono ancora il primo posto anche in caso di ko. E la meta di Senetla al 4' della ripresa dà la certezza ai Blitzbokke, mentre rischia di condannare l'Australia al terzo posto, anche se con un'alta possibilità di ripescaggio. Finisce così 12-5 e Blitzbokke primi, Francia seconda e Australia terza.

Si passa al gruppo C e il Giappone è chiamato alla nuova impresa contro il Kenya per conquistare i quarti. E i nipponici scappano subito via con una meta. Ma gli africani non demordono, alla ricerca del primo successo, e al 4' pareggiano tra i pali, ma a tempo scaduto riallunga il Giappone. E a inizio ripresa arriva la terza meta che dà la certezza dei quarti ai nipponici. E il Giappone a questo punto dilaga e chiude 31-7.

Si arriva, così, alla sfida più attesa, quella tra Gran Bretagna e Nuova Zelanda. Non possono perdere gli All Blacks, per non dire probabilmente addio alle medaglie, ma sono i britannici a colpire per primi con Bennett e poi fanno il bis con Davies e All Blacks 7s a un passo dall'eliminazione clamorosa. E i neozelandesi non sanno reagire, sono i fantasmi della squadra che ha dominato per anni il seven e subiscono anche la terza meta e il primo tempo si chiude 21-0. Cerca di reagire nella ripresa la Nuova Zelanda, segna con Ioane, arriva il bis con Ware per il 21-12, ma manca poco tempo. Arriva la terza meta di Ormond, è un'altra Nuova Zelanda rispetto a quella vista fino a ora, e siamo 21-19. Una vittoria che vale il primo posto per i britannici, il terzo per gli All Blacks, che ora devono aspettare per i quarti di finale. E una tra All Blacks e USA sarà eliminata.

Penultimo match della fase a gironi è il derby sudamericano tra Brasile e Argentina, con gli argentini che voglion vincere nettamente per assicurarsi i playoff. E servono 4 minuti ad Axel Muller per varcare la linea di meta e poco prima dello scadere arriva il bis di Revol e il tris di Alvarez per il 19-0 con cui si va all'intervallo. Aumenta il vantaggio nella ripresa e si chiude con l'Argentina ai quarti.

Si chiude, così, con la sfida tra le Fiji e gli USA. Per i pacifici obiettivo primo posto, anche se per assurdo potrebbe significare affrontare gli All Blacks questa sera. Gli USA, invece, devono vincere, pareggiare o perdere con meno di 4 punti di scarto per non venir eliminati. E gli americani iniziano forte, spingono sull'acceleratore e dopo 4 minuti e mezzo sfondano con Danny Barrett per il vantaggio a stelle e strisce. Provano a insistere gli americani, ma perdono palla e vengono puniti severamente da Kolinisau che impatta quasi allo scadere. E Fiji che addirittura passano in vantaggio a tempo scaduto nonostante l'inferiorità numerica per un giallo. 12-7 per i pacifici e USA virtualmente eliminati. E' Perry Baker a entusiasmare il pubblico americano a inizio ripresa, bella meta e vantaggio a stelle e strisce. Ma Viliame Mate ribalta nuovamente tutto in un match entusiasmante ed emozionante e +5 Fiji. E ad allungare ci pensa Kunatani per il 24-14 che fa scappare le Fiji a 2 minuti dalla fine. Serve una meta agli USA e la segna Nate Ebner subito dopo, ma non basta agli americani, ancora a un punto dagli All Blacks (+18 a +19). All Blacks, dunque, ai quarti per un solo punto e USA a casa.

I quarti di finale vedono, così, le Fiji sfidare gli All Blacks, il Giappone la Francia, Gran Bretagna-Argentina e Sud Africa-Australia.

RUGBY 7S - TORNEO MASCHILE
16.00 France v Spain 26-7
16.30 South Africa v Australia 5-12
17.00 Kenya v Japan 7-31
17.30 New Zealand v Great Britain 19-21
18.00 Argentina v Brazil 31-0
18.30 Fiji v USA 24-19

RUGBY 7S - CLASSIFICHE
Pool A: Fiji 9; Argentina 7; USA 5; Brasile 3
Pool B: South Africa, Francia, Australia 7; Spagna 3
Pool C: Gran Bretagna 9; Giappone 7; Nuova Zelanda 5; Kenya 3

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail