Zebre: arriva l'oggetto misterioso Engelbrecht

Il mediano di mischia sudafricano coprirà i vuoti lasciati da Violi e Palazzani nelle finestre internazionali. Ma serviva?

engelbrecht.jpg

L'ennesimo sudafricano delle Zebre, ma questa volta un giovane e abbastanza sconosciuto mediano di mischia, è stato annunciato oggi. Si tratta del giovane sudafricano Carlo Engelbrecht. Gli altri due mediani di mischia delle Zebre Rugby in rosa - Palazzani e Violi - potrebbero essere molto impegnati con la nazionale italiana durante la stagione; per questo motivo l’innesto di un giovane straniero potrebbe rivelarsi fondamentale nelle finestre internazionali di novembre e del RBS Sei Nazioni.

Il 23enne di Pretoria proviene dai Blue Bulls, club della città natale che prende parte al massimo campionato sudafricano Currie Cup. Carlo ha frequentato una delle migliori scuole di rugby del Sudafrica – la Afrikaans Boys' High School di Pretoria che ha sfornato diversi Springboks - mentre ha fatto il suo esordio nella Currie Cup U19, U21 e nella Vodacom Cup dove ha esordito in 2015. Nell’ultimo inverno Carlo ha fatto parte del gruppo dei Bulls in preparazione alla stagione di Currie Cup e Super Rugby. In questa stagione è sceso in campo anche nell’importante campionato universitario Varsity Cup con la maglia dei Tuks, l’università di Pretoria semifinalista dell’ultimo torneo.

La prima dichiarazione di Carlo Engelbrecht in maglia zebrata: “L’Italia è un paese bellissimo con persone molto appsionate, anche di rugby: Parma mi è da subito piaciuta. Mi piace giocare un rugby avanzante e imparare cose nuove; sono un vincente e non accetto mai di perdere. So che le Zebre sono un club importante in Italia e non vedo l’ora di giocare per questi colori”.

Una scelta che lascia perplessi. Uno straniero che difficilmente farà la differenza e da sfruttare solo nei periodi in cui Marcello Violi e Gullo Palazzani non saranno disponibili era veramente necessario? Allora, forse, era meglio puntare su un terzo mediano italiano, ma esperto (vedi Semenzato o Lucchese), o su un giovanissimo italiano come Matteo Panunzi. Ma tant'è...

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 48 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO