USA-Italia: troppi errori per gli azzurri, è vittoria sofferta

Si è appena conclusa a San Jose, in California, la sfida tra gli azzurri e gli Stati Uniti. Ecco come è andata.

usa-italia-risultato.jpg

E' un'America che pensa a gara 7 quella che a San Jose dà il benvenuto all'Italia. Ovviamente parliamo di basket, di NBA e del martellamento che in questi giorni la televisione fa per l'evento che domani (negli USA) fermerà gli States con la sfida tra Stephen Curry e LeBron James. Poi c'è la Copa America di calcio, con gli americani in semifinale. Insomma, di rugby si parla poco, anzi quasi nulla a queste latitudini. Eppure all'Avaya Stadium il tifo c'è e il pubblico è entusiasta di poter “finalmente vedere una tier 1 nation” come ci dicono diversi tifosi accorsi.

Partono in attacco gli USA che guadagnano metri prima al piede e poi provano a imbastire un'azione d'attacco ma vengono rimandati indietro da un'attenta difesa azzurra. Italia che ruba palla e risale il campo al piede. Brutto scontro tra Leonardo Sarto e Taku Ngwenya, che interviene scomposto su una palla alta e giocatori che restano a terra infortunati e devono uscire dal campo. Si riprende dopo una lunga pausa e l'Italia guadagna una punizione da mischia e va in touche nei 22 americani. Passaggio in avanti e nulla di fatto. Bello spunto azzurro all'8', ma il passaggio di Canna a Mbandà è in avanti e gioco bloccato da van der Westhuizen. Errore di Campagnaro al piede, mischia USA poco dentro la metà campo azzurra, fallo e occasione per AJ MacGinty dalla piazzola. Che non sbaglia. Italia che prova a reagire, ma è un po' confusa palla in mano, subisce l'aggressività difensiva degli USA e non concretizza. Al 15' molto furbo Campagnaro a non raccogliere un difficile pallone isolato, obbligando l'avversario a placcarlo senza palla e Carlo Canna va sulla piazzola. E anche l'apertura azzurra non sbaglia. Al 19' placcaggio con l'uomo in aria di Odiete, ma gli USA sbagliano a cercare la rimessa e Italia che si salva.

Subito dopo grandissimo salvataggio di Canna, con anche ingenuità americana, che in netta superiorità su un pallone recuperato non va in meta, ma permette all'apertura il placcaggio, anche se fa avanti. E per Canna arriva un discutibilissimo giallo per avanti volontario, quando il gesto sembra chiaramente quello di andare per il placcaggio e l'arbitro e il TMO Graham Hughes assegnano addirittura meta di punizione, regalando 7 punti agli USA. Italia che, però, fatica a costruire e subisce l'aggressività degli americani. Al 28' fallo americano in mischia che scatena un piccolo confronto animato in prima linea e Italia che può andare in touche nei 22 avversari. Altro fallo americano in maul e azzurri che, senza Canna, vanno ancora in touche sui 5 metri. Altra touche, altra maul e questa volta è Gega a sfondare e meta per l'Italia, con McLean che manca la trasformazione. Fase di stanca del match, dove sono i troppi errori dell'arbitro sudafricano a farla da protagonista, mentre l'Italia continua a faticare a costruire un'azione pericolosa e convincente. Sono molto fallosi gli americani e al 40' occasione dalla piazzola per Carlo Canna che non sbaglia e sorpasso Italia. Si chiude così un primo tempo poco spettacolare, lento, dove l'Italia ha faticato più del dovuto, anche se il vantaggio è meritato.

La ripresa inizia subito con una brutta touche dei padroni di casa e conseguente fallo che permette agli azzurri di cercare una touche nei 22 avversari. Bella maul con Mbandà, poi tanti pick&go con la difesa USA che fa fallo, vantaggio e drop di Canna per il +4 azzurro. E' un'Italia che sembra essere rientrata in campo più cattiva, che mette pressione agli Stati Uniti e che in questi primi minuti ha spostato decisamente il baricentro del match verso il lato americano. Purtroppo un avanti di Campagnaro spegne l'azione azzurra che deve ripartire da più indietro. Un altro errore banale, questa volta di Odiete, fa tornare gli USA in attacco e i padroni conquistano una punizione facile da piazzare. Bell'azione dell'Italia al 52', con la palla che si muove velocemente al largo, arriva a Venditti che, però, non riesce a schiacciare e perde la palla. Ma l'arbitro chiama il TMO e assegna una mischia sui 5 metri all'Italia. Ennesimo fallo americano in mischia, touche per l'Italia, nuovo fallo degli USA (ma all'arbitro serve ancora il TMO per vederlo, ndr.) e giallo a Cam Dolan. Ancora touche la scelta azzurra e meta ancora di Gega, con Canna che aggiunge due punti e Italia che va a +8.

Si entra nell'ultimo quarto con gli USA che nonostante l'inferiorità attaccano per rientrare in partita. L'Italia sfrutta la devastante superiorità in mischia per risalire il terreno, ha una nuova occasione al largo con Campagnaro e Venditti, ma poi Sami Panico fa tenuto e nulla di fatto. Ha, però, alzato il livello l'Italia e gli USA riescono a costruire qualche folata sfruttando i non ancora oliatissimi meccanismi della nuova difesa azzurra. Da una di queste folate e da un buco azzurro arriva, al 69' la meta di Tony Lamborn che riapre i giochi e riporta gli USA a -1. Italia che ha sprecato troppo in questa ripresa, dove doveva chiudere prima la partita, che invece resta in assoluto equilibrio. E l'ennesimo tenuto di Campagnaro rimanda gli USA in attacco a meno di dieci minuti dalla fine. E rischio enorme al 75', quando Canna si fa stoppare un calcio nei propri 22 e serve un fischio di van der Westhuizen a salvare gli azzurri. L'Italia prova a chiudere in attacco, subisce un fallo e allo scadere va sulla piazzola Canna e chiude 24-20 per l'Italia.

USA – ITALIA 20-24
Domenica 19 giugno, ore 03.00 - Avaya Stadium, San Jose
USA: 15 Will Holder, 14 Taku Ngwenya (5' Mike Te'o), 13 Thretton Palamo, 12 Shalom Suniula, 11 Blaine Scully, 10 AJ MacGinty, 9 Nate Augspurger, 8 Cam Dolan, 7 Todd Clever, 6 Andrew Durutalo, 5 Greg Peterson (22' Tony Lamborn), 4 Nate Brakeley, 3 Chris Baumann (68' Ben Tarr), 2 James Hilterbrand (54' Joe Taufete'e), 1 Titi Lamositele (76' Angus MacLellan)
In panchina: 16 Joe Taufete'e, 17 Ben Tarr, 18 Angus MacLellan, 19 Stephen Tomasin, 20 Harry Higgins, 21 Tony Lamborn, 22 Chad London, 23 Mike Te'o
Italia: 15 Luke McLean, 14 Leonardo Sarto (5' Giovanbattista Venditti), 13 Michele Campagnaro, 12 Tommaso Castello, 11 David Odiete, 10 Carlo Canna, 9 Edoardo Gori (65' Guglielmo Palazzani), 8 Andries Van Schalkwyk, 7 Simone Favaro, 6 Maxime Mbandà (62' Sebastian Negri), 5 Marco Fuser, 4 Quintin Geldenhuys (57' Valerio Bernabò), 3 Lorenzo Cittadini (57' Pietro Ceccarelli), 2 Ornel Gega (57' Oliviero Fabiani), 1 Andrea Lovotti (61' Sami Panico)
In panchina: 16 Oliviero Fabiani, 17 Sami Panico, 18 Pietro Ceccarelli, 19 Valerio Bernabò, 20 Sebastian Negri, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Tommaso Allan, 23 Giovanbattista Venditti
Arbitro: Marius van der Westhuizen
Marcatori: 12' cp. MacGinty, 16' cp. Canna, 22' m.t. tr. MacGinty, 31' m. Gega, 40' cp. Canna, 44' dr. Canna, 51' cp. MacGinty, 56' m. Gega tr. Canna, 70' m. Lamborn tr. MacGinty, 80' cp. Canna
Cartellini gialli: 22' Canna, 56' Dolan

Foto - Rugby 1823

  • shares
  • Mail