Nations Cup: Emergenti, ko all'ultimo con la Namibia

Si è appena conclusa a Bucarest l'ultima partita degli azzurri nel torneo.

italia-emergenti.jpg

Non bastano tre mete e il piede di Pescetto dalla piazzola all'Italia a conquistare il secondo successo nella Nations Cup. La Namibia si impone in rimonta, sfrutta la superiorità numerica nel finale e batte gli Emergenti.

L'apertura azzurra apre le marcature al 13' e al 18' è Bronzini a marcare la prima meta con Pescetto che trasforma, mentre alla mezz'ora è ancora il numero 10 azzurri a trovare i punti dalla piazzola per il parziale di 12-0 per l'Italia Emergenti. Nel finale di tempo botta e risposta di Lotter e Conforti, con Pescetto che non trova la trasformazione e primo tempo che si chiude 18-8 per gli azzurri.

Nella ripresa, però, alza il ritmo la Namibia e va subito in meta con Wilson. L'Italia Emergenti risponde con Bettin al 53' per il 26-16, ma qui la benzina finisce per gli azzurri che al 66' subiscono una nuova meta e, soprattutto, al 73' perdono Di Stefano per cartellino giallo. Così negli ultimi minuti dilaga la Namibia, prima con Tromp e poi di nuovo con Wilson per il 38-26 finale, anche se diverse decisioni arbitrali hanno lasciato perplessi e favorito i namibiani.
Partita combattuta sin dal primo minuto per le due squadre, l’Italia però, riesce a sbloccare il punteggio al 13’ con il calcio piazzato di Pescetto. Poco dopo gli Azzurri in corsa verso la meta perdono palla, mancando così l’occasione per aumentare il vantaggio. Al 21’ l’Italia, grazie alla meta marcata da Branzini definisce il vantaggio sulla Namibia (0-10). Il gioco degli africani è molto falloso e richiede più volte l’intervento del direttore di gara offrendo così all’Italia la messa a segno di un calcio piazzato del numero 10.

Il XV della Namibia non si lascia scoraggiare ed al 37’ Lotter segna la meta che riduce il distacco con gli avversari. Il primo tempo sta per concludersi ma, grazie ad un passaggio di Gerosa a Menniti-Ippoliti che a sua volta scarica la palla al capitano Conforti, gli Azzurri marcano la seconda meta di questa prima parte dell’incontro raggiungendo il punteggio di 8-18.

Al rientro in campo, la Namibia, a seguito di una serie di passaggi veloci, accorcia ulteriormente le distanze con la meta di Wilson trasformata da Kotze portando così, il punteggio parziale, a 16-18.

L’Italia non lascia passare molto tempo e segna e trasforma la terza meta del match seguita però, poco dopo, da quella della squadra africana, che riporta il parziale a pochi punti di differenza (24-26).

Da questo momento la Namibia conduce il match portando a casa tre mete e concludendo l’incontro con la vittoria per 38-26.

Un Torneo di livello - quello a cui ha partecipato la Nazionale Emergenti affrontando Uruguay, Argentina e Namibia – così, come afferma Carlo Orlandi, allenatore della squadra italiana :"La possibilità di partecipare ad una competizione di qualità come la Nations Cup consente a tutto lo staff, che ringrazio per aver collaborato affinchè i ragazzi potessero giocare nelle condizioni migliori, di lavorare con giocatori nuovi e giovani definendo così, le prospettive di crescita. È ovvio che " - continua Orlandi – “ il nostro obiettivo è la vittoria ma, nel match contro la Namibia abbiamo pagato alcuni errori individuali che sicuramente hanno fatto la differenza nel risultato finale".

Namibia v Italia Emergenti 38-26
Namibia: Tromp; Moore (57’ Smit), Deysel, Harpe, Wilson; Kotze, Stevens (40’ Jantjies) , Bothma (cap), Du Plessis, Kitshoff (72’ Conradie); Ludick (47’ Damens), Venter; Coetzee (56’ De Klerk), Lotter (52’ Du Preez), Viviers (78’ Smith)
Italia Emergenti: Menniti-Ippolito; Di Giulio (73’ Tenga), Quartaroli, Gabbianelli, Bettin; Pescetto, Bronzini (60’ Marinaro); Giammarioli (dal 69’ Daniele, dal 78’ Azzolini), Nostran, Conforti (cap); Gerosa, Flammini (50’ Corazzi); Tenga (41’ Di Stefano), Luus (60’ Buonfiglio), Brugnara (41’ Zani).
Marcatori: p.t. 13’ c.p. Pescetto (0-2); 21’ m. Bronzini tr. Pescetto (0-10); 31’ c.p. Pescetto (0-12); 37’ m. Lotter tr. Kotze (8-12); 40’ m. Conforti (8-18); s.t. 43’ m. Wilson tr. Kotze (16-18); 53’ m. Bettin tr. Pescetto (16 – 26); 66’ m. Du Plessis tr. Kotze (24-26); 77’ m. Tromp (30-26); 79’ m. Wilson tr. Kotze (38-26)
Cartellino giallo: 73’ Di Stefano

  • shares
  • Mail