Guinness Pro 12: Zebre, un record da dimenticare

Si è conclusa da poco la sfida tra gli scozzesi dell'Edimburgo e la franchigia di Parma.

24/04/15   EDINBURGH RUGBY v ZEBRE BT MURRAYFIELD - EDINBURGH Edinburgh Rugby's Stuart McInally (centre) is challenged by Zebre's Andrei Mahu (left) and Guglielmo Palazzani (second from right)

E' un momento difficile, difficilissimo, per le Zebre, che raggiungono un record non certo invidiabile, con ben 247 minuti senza mettere a segno neppure un punto. Anche a Edimburgo arriva, così, la settima sconfitta consecutiva con un primo tempo a ritmi lenti, chiuso sul 3-0, mentre nella ripresa due mete di Damien Hoyland chiudono il discorso a favore degli scozzesi che, infine, trovano il bonus offensivo a tempo scaduto con Toolis.

Partono bene le Zebre con un multifase da 90 secondi che si chiude con l’in avanti di Ruzza che per poco non raccoglie un chip di Haimona sui 22 scozzesi. Ingaggia bene il XV del Nord-Ovest che recupera l’ovale e costringe Edinbugh al fallo in ruck. La tuouch eseguente vede avanzare la maul italiana ma Du Preez è bravo a recuperare il possesso e servirlo per la liberazione al piede. Altro assalto con ancora positivo il flanker Ruzza che arriva ai 5 metri ma perde l’ovale in avanti. Kennedy libera la pressione dando alle Zebre la seconda rimessa in attacco al 9° minuto ma il possesso è poi perso coi padroni di casa a guadagnare 50 metri al piede. Aggressiva la difesa italiana con Boni e Sarto che recuperano il possesso sul punto d’incontro: l’ala azzurra prova a superare la difesa scozzese sull’out sinistro ma il suo ultimo riciclo è in avanti. Ingaggia bene ed avanza il pack bianconero ma sul più bello Hodges punisce la prima linea delle Zebre: dopo la rimessa Bortolami placca alto Nel e così Tovey può tentare ai pali sbloccando il tabellino. La difesa di coach Guidi controlla bene un attacco rossonero ma concede territorio grazie all’indisciplina nel fermare una maul dei padroni di casa. A metà tempo Edinburgh sfrutta un break di Burleigh e mette in difficoltà la difesa italiana: Cook rimane a terra e così l’attacco scozzese porta Allen oltre la linea di meta. Il TMO rivede l’azione e nega la segnatura con Hodges che concede un fallo per il placcaggio pericoloso del sudafricano. Dopo diversi pick & go arriva ancora un fallo contro le Zebre. Edinburgh sembra poter sfruttare la supremazia numerica al largo sinistro ma è davvero bravo Beyers a fermare l’avversario prima del riciclo decisivo e risalire subito dopo palla in mano. E’ ancora la mischia di coach Solomons a dare territorio a Edinburgh: fallo a favore e touche in attacco ma la difesa italiana riconquista l’ovale con un turn-over. Un fuorigioco scozzese riporta le Zebre in attacco alla mezz’ora: vicino alla meta il XV del Nord-Ovest con una splendida azione alla mano frutto di bei ricicli di Van Zyl, Boni, Beyers e ancora il centro veneto. A pochi metri dalla meta il possesso è però perso da Chistolini ma la buona difesa di una maul da nuovamente il possesso a Geldenhuys e compagni. Al 35° questa volta il fischietto sanziona l’ingaggio di Dickinson con Haimona che però calcia corto. Edinburgh è pericoloso nei 22 subito dopo ma anche l’attacco di casa pasticcia con l’ovale sul più bello concedendo alle Zebre di liberare la pressione. Prima dell’intervallo Kennedy è pescato in un’azione indisciplinata in ruck contro Palazzani così le Zebre possono giocare una touche ai 5 metri. I bianconeri superano la linea di meta ma Hodges non concede la meta e manda le squadre negli spogliatoi.

Edinburgh è subito pericoloso ad inizio ripresa con Kinghorn avanzante fino ai 15 metri ma risale la difesa italiana che guadagna poi una penalità in mischia chiusa, ma il lancio di Fabiani ai 30 metri è storto. Le Zebre rimangono in avanti grazie alla sanzione contro Bresler in ruck ma la pedata di Haimona non è precisa lasciando il vantaggio agli scozzesi. Sfuma il pari ed arriva la meta dei padroni di casa: Hidalgo-Clyne sfrutta la non perfetta presa aerea di Sarto e ricalcia in avanti trovando il veloce Hoyland che brucia Cook e schiaccia l’ovale in meta per la prima segnatura della serata. Affiora altro nervosismo in campo con le Zebre che concedono 10 metri aggiuntivi a Tovey che trova una touche in attacco. Dopo diversi pick & go sotto ai pali l’ovale raggiunge all’ala destra Hoyland che segna alla bandierina la sua seconda meta: Tovey trasforma per il 17-0 vicino all’ora di gioco. L’apertura gallese arrivato in prestito da Newport rimette pressione alle Zebre col suo preciso gioco al piede con i bianconeri che risalgono sfruttando l’indisciplina scozzese. Dopo alcuni cambi è il pilone Roan ad essere penalizzato per un tenuto che riporta i padroni di casa nei 22. Attacco di Edinburgh col piede avanzante innescato da Tovey col break di McKinnaly finalizzato dal mediano Hidalgo-Clyne nonostante il velo di Dean per il 24-0. Ci provano le Zebre a riportarsi in attacco e sbloccare il proprio tabellino a quattro minuti dalla fine ma non riescono a rendersi pericolose: sull’altro fronte spinge invece Edinburgh alla ricerca della meta del bonus. Mischia rossonera ad un minuto dal termine con il XV scozzese che trova la quarta meta a tempo scaduto con A.Toolis dopo diversi falli italiani sulla linea bianca. Si chiude con una sconfitta la prima trasferta scozzese stagionale per le Zebre che saranno a Glasgow a fine Aprile nel penultimo turno del Guinness Pro12.

EDIMBURGO - ZEBRE 29-0
Venerdì 1 aprile, ore 19.35 - BT Murrayfield, Edimburgo
Edimburgo: 15 Blair Kinghorn, 14 Damien Hoyland, 13 Michael Allen, 12 Phil Burleigh, 11 Tom Brown, 10 Jason Tovey, 9 Sean Kennedy, 8 Cornell Du Preez, 7 Hamish Watson, 6 Mike Coman, 5 Ben Toolis, 4 Anton Bresler, 3 WP Nel, 2 Ross Ford, 1 Alasdair Dickinson
In panchina: 16 Stuart Mcinally, 17 Allan Dell, 18 John Andress, 19 Alex Toolis, 20 Magnus Bradbury, 21 Sam Hidalgo-Clyn, 22 Chris Dean 23 Will Helu
Zebre: 15 Kayle Van Zyl, 14 Ulrich Beyers, 13 Tommaso Boni, 12 Matteo Pratichetti, 11 Leonardo Sarto, 10 Kelly Haimona, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Johan Meyer, 7 Federico Ruzza, 6 Jean Cook, 5 Marco Bortolami, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Dario Chistolini, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Bruno Postiglioni, 17 Guillermo Roan, 18 Pietro Ceccarelli, 19 Gideon Koegelenberg , 20 Emiliano Caffini, 21 Luke Burgess, 22 Carlo Canna, 23 Giulio Bisegni
Arbitro: Leighton Hodges
Marcatori: 13' cp. Tovey, 51' m. Hoyland tr. Tovey, 56' m. Hoyland tr. Tovey, 66' m. Hidalgo-Clyne tr. Tovey, 80' m. Toolis

  • shares
  • Mail