6 Nazioni 2016 femminile: tanti errori, la spunta l'Irlanda

Match con tante palle perse da entrambe le parti, ma dopo un buon avvio le azzurre subiscono troppo le padrone di casa.

italdonne-convocate-irlanda.jpg

Inizio buono e fortunato per l'Italia, che conquista subito una punizione, approfitta di una distrazione irlandese per conquistare la touche sui 5 metri, poi prima ci prova con la maul, poi con la mischia, ma alla fine non sfonda e nulla di fatto. Insistono le azzurre, molto forti in mischia, cercano la meta anche quando potrebbero piazzare, sbagliano due touche importanti ma restano in attacco. Al 9' arrivano i primi punti dal piede di Michela Sillari. Prova a reagire l'Irlanda, ma al 18' è l'Italia a sfiorare la meta, con il calcio irlandese bloccato dalle azzurre, ma che non riescono a schiacciare in meta in tempo.

L'Irlanda forse non si aspettava un'Italia così aggressiva nel primo quarto e prova in qualche modo a uscire dalla propria metà campo e far male alle azzurre. Ma le padrone di casa sono molto imprecise e se muovono velocemente l'ovale finiscono spesso per perderlo. Così passano i minuti con le azzurre che sono costrette in difesa, ma Irlanda che non fa male e resta lontana dai 22 italiani. Ma lo sforzo irlandese viene premiato al 34'. Prima azione realmente pericolosa, palla sui 5 metri azzurri e, dopo un paio di tentativi, lo sfondamento decisivo che porta in meta le padrone di casa. Soffrono le azzurre e l'Irlanda conquista subito dopo una punizione che decide di mandare in touche per chiudere in attacco il tempo e puntare al bottino grosso. Ma, ancora una volta, troppi errori da parte delle padrone di casa e Italia che si salva senza troppi problemi. Finisce, così, 7-3 per le Irlandesi il primo tempo.

Tanta confusione, tanti errori da entrambe le parti e tanta sofferenza azzurra a inizio ripresa, con l'Irlanda che sembra premere maggiormente sull'acceleratore. Azzurre che sbagliano veramente troppo in touche, ma un'ottima Magatti in difesa frena la spinta irlandese. Le due squadre faticano palla in mano e, così, iniziano a usare maggiormente il piede per guadagnare territorio, con il match che si trascina senza vere occasioni di marcatura. Quasi all'ora di gioco prima vera chance per l'Irlanda, che entra nei 22 dopo un fallo azzurro, spinge fino ai cinque metri, ma un nuovo errore di handling ferma le padrone di casa.

Allo scoccare dell'ora sfonda l'Irlanda, ma le azzurre tengono l'avversaria alta e nulla di fatto, anche se ora le padrone di casa hanno cambiato marcia. E subito dopo, con una maul avanzante, abbattono la diga azzurra e vanno in meta, mettendo le mani sul match. A cinque minuti dalla fine si vede la migliore azione delle azzurre, con tutta la squadra coinvolta, diversi offload anche delle pilone italiane, ma poi un avanti ferma il XV di Di Giandomenico. Altra occasione per l'Irlanda, poi palla rubata ma l'ultimo passaggio azzurro non va a segno e le padrone di casa restano in attacco a poco dal fischio finale.

IRLANDA – ITALIA 14-3
Domenica 13 marzo, ore 14.00 - Donnybrook, Dublino
Irlanda: 15 Kim Flood, 14 Liz Burke, 13 Niamh Briggs, 12 Sene Naoupu, 11 Alison Miller, 10 Nikki Caughey, 9 Mary Healy, 8 Sophie Spence, 7 Ciara Griffin, 6 Ciara Cooney, 5 Marie Louise Reilly, 4 Elaine Anthony, 3 Ailis Egan, 2 Cliodhna Moloney, 1 Lindsay Peat
In panchina: 16 Zoe Grattage, 17 Ruth O'Reilly, 18 Fiona Reidy, 19 Claire Molloy, 20 Paula Fitzpatrick, 21 Larissa Muldoon, 22 Nora Stapleton, 23 Claire McLaughlin
Italia: 15 Manuela Furlan, 14 Maria Magatti, 13 Maria Grazia Cioffi, 12 Michela Sillari, 11 Sofia Stefan, 10 Beatrice Rigoni, 9 Sara Barattin, 8 Elisa Giordano, 7 Isabella Locatelli, 6 Michela Este, 5 Alice Trevisan, 4 Elisa Pillotti, 3 Melissa Bettoni, 2 Lucia Cammarano, 1 Elisa Cucchiella
In panchina: 16 Lucia Gai, 17 Gaia Giacomoli, 18 Diletta Nicoletti, 19 Valentina Ruzza, 20 Ilaria Arrighetti, 21 Silvia Folli, 22 Paola Zangirolami, 23 Veronica Madia
Marcatori: 9' cp. Sillari, 34' m. Irlanda tr. Briggs, 62' m. Irlanda tr. Stampleton

Foto - Stefano Delfrate

  • shares
  • Mail