6 Nazioni 2016: l'Inghilterra espugna il Murrayfield

La prima di Eddie Jones è vincente in casa della Scozia.

6nazioni2016-scozia-inghilterra-risultato.jpg

Parte in attacco l'Inghilterra targata Eddie Jones, ma resiste alla prima onda d'urto la Scozia che esce da quattro minuti d'apnea senza subire punti. Insistono gli ospiti, mettono alle corde il XV di Cotter e alla fine devono provare un drop con Ford, che però sbaglia di poco. Si arriva al 14' perché l'Inghilterra sfondi. Mschia, parte Vunipola, palla che si sposta e arriva a George Kruis che sfonda e schiaccia in meta. Al 17' accorcia la Scozia con Laidlaw dalla piazzola, anche se continuano gli ospiti a fare il match.

Al 20' si affaccia per la prima volta la Scozia nei 22 inglesi con una touche che porta i padroni di casa sui 5 metri, ma poi Laidlaw e compagni perdono l'ovale e nulla di fatto. La Scozia, però, inizia a crescere e a imporre il proprio gioco, con l'Inghilterra che inizia ad arretrare e a lasciare metri ai padroni di casa. Poco prima della mezz'ora Laidlaw lascia tre punti sulla piazzola in un match dove nessuna delle due squadre riesce ancora a dominare. Al 38' una nuova punizione dà alla Scozia tre punti e si chiude il primo tempo sul -1.

A inizio ripresa chance per l'Inghilterra di allungare, ma Owen Farrell calcia a destra dei pali il pallone del +4. Insistono, però, gli ospiti e al 50' Care detta i tempi, Vunipola giostra e libera Jack Nowell per la seconda meta del match. La Scozia prova a reagire, gioca meglio, ha una buona chance quando Russell intercetta un pallone di Youngs, ma il calcio è troppo lungo per Stuart Hogg.

Si entra così nell'ultimo quarto e al 62' è l'Inghilterra ad andare oltre break grazie a una punizione che, finalmente, Owen Farrell piazza tra i pali dopo un fallo della mischia scozzese. Scozia che ora prova a rispondere al vantaggio che si fa sempre più nello dell'Inghilterra e al 68' trova tre punti con il solito Laidlaw che condanna l'indisciplina degli ospiti. Il finale vede la Scozia fallosa e l'Inghilterra che può restare a distanza di sicurezza dalla propria linea di meta mentre si aspetta lo scadere. Esordio vincente, dunque, per Eddie Jones e delusione per la Scozia che deve ancora rinviare l'appuntamento con la vittoria sull'Inghilterra, che ormai manca da nove anni.

SCOZIA – INGHILTERRA 9-15
Sabato 6 febbraio, ore 17.50 - BT Murrayfield, Edimburgo
Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Sean Maitland, 13 Mark Bennett, 12 Matt Scott, 11 Tommy Seymour, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 David Denton, 7 John Hardie, 6 John Barclay, 5 Jonny Gray, 4 Richie Gray, 3 Willem Nel, 2 Ross Ford, 1 Alasdair Dickinson
In panchina: 16 Stuart McInally, 17 Gordon Reid, 18 Zander Fagerson, 19 Tim Swinson, 20 Blair Cowan, 21 Sam Hidalgo-Clyne, 22 Duncan Weir, 23 Duncan Taylor
Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Owen Farrell, 11 Jack Nowell, 10 George Ford, 9 Danny Care, 8 Billy Vunipola, 7 James Haskell, 6 Chris Robshaw, 5 George Kruis, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley, 1 Joe Marler
In panchina: 16 Jamie George, 17 Mako Vunipola, 18 Paul Hill, 19 Courtney Lawes, 20 Jack Clifford, 21 Ben Youngs, 22 Alex Goode, 23 Ollie Devoto
Arbitro: John Lacey
Marcatori: 14' m. Kruis tr. Farrell, 17' cp. Laidlaw, 50' m. Nowell, 62' cp. Farrell, 68' cp. Laidlaw

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 31 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO