6 Nazioni 2016: Italia sontuosa, ma sfortunata

Si è appena conclusa allo Stade de France un'avvincente battaglia tra gli azzurri e i Bleus.

6nazioni2016-francia-italia-risultato.jpg

E' un'Italia che non ti aspetti, tanto cuore ma, soprattutto, tanto cervello quella che si vede a Parigi. Spronata fin dagli spogliatoi da Sergio Parisse la squadra di Jacques Brunel difende con ordine ed è concreta quando ha il possesso, spaventando i Bleus. Che vincono solo nel finale anche se gli azzurri hanno tanto da recriminare.

Buon inizio dell'Italia, che al primo possesso mette in difficoltà la Francia, trova un bello spazio al largo, ma Garcia è egoista, non passa e occasione persa per gli azzurri. Un paio di infrazioni dell'Italia fanno risalire il campo ai Bleus, ma la difesa azzurra regge e nulla di fatto nei primi 5 minuti di gioco. Al 6' ottimo calcio di Canna, Sarto arriva a un paio di centrimetri dal raccogliere un ovale da portare solo in meta, ma gli cade incolpevolmente in avanti. Insiste il XV di Jacques Brunel e all'8' drop di Carlo Canna per i primi punti del match. Reagisce la Francia, che si porta con prepotenza nella metà campo azzurra, ma Parisse e compagni sono concentrati e non lasciano spazi ai padroni di casa. Così al 12' Bèzy sceglie di andare per i pali dai 10 metri, ma sbaglia. Spingono sull'acceleratore i Bleus, mettono gli azzurri in difficoltà e al 14' è l'atteso Vakatawa a segnare la prima meta del match, forse toccando la linea di touche. E' sempre Vakatawa a dare spettacolo al 18', quando con un offload libera Médard che, però, non arriva fino in fondo. E' una Francia arrembante che chiude il primo quarto di gioco dominando territorialmente, anche se l'Italia risponde benissimo in difesa.

Al 24' buon attacco azzurro, con Garcia che libera al largo, calcetto e la Francia si deve rifugiare in touche sui 5 metri. Vantaggio per gli azzurri che giocano, calcetto di Canna e ancora una volta Sarto arriva a un nulla dalla meta, ma l'Italia resta in attacco. Altra touche, altra maul e questa volta sfonda con Parisse e Italia che torna in vantaggio. Così nonostante sia la Francia a produrre più gioco e ad avere il pallino del gioco, l'Italia concretizza le poche occasioni sfruttando una buona difesa e ripartenze veloci. Al 33', però, errore del capitano azzurro che blocca l'attacco francese con un avanti volontario, ripartenza veloce dei Bleus che sorprendono la difesa e meta di Chouly, con la Francia che torna a +2. Occasione per gli azzurri poco dopo, ma Campagnaro non raccoglie il passaggio quando potrebbe lanciarsi da solo e chance persa. Al 37' fallo francese sui 30 metri, Canna va sulla piazzola, ma sbaglia ancora. E' una bella Italia nel finale e a tempo scaduto occasionissima per Michele Campagnaro che buca con l'aiuto di Carlo Canna, ma si ferma a un metro dalla linea di meta e, così, il primo tempo si chiude con la Francia avanti 10-8.

La ripresa inizia con un bell'intercetto di un Leonardo Sarto ispirato, punizione per l'Italia che poi, però, spreca perdendo la seguente touche nei 22 francesi. Ancora un avanti dei Bleus, mischia, fallo a favore dell'Italia e Carlo Canna cerca nuovamente i pali e questa volta li trova per il vantaggio azzurro. E l'Italia ci crede e due minuti dopo allunga con la meta di Carlo Canna che sfrutta una bella azione di Parisse, fermato a un passo dalla meta, viene servito da Gori e Italia che va a +8. Soffre in questa ripresa la Francia che non riesce a prendere il pallino della situazione, è molto fallosa e subisce le folate azzurre che chiudono i Bleus nei loro 22. Francia che prova ad alzare il ritmo, ma continua a sbattere contro il muro azzurro. Italia che, però, spreca un paio di occasione per chiudere il match, con la touche che viene fallita due volte nei 22 francesi.

E' ancora Vakatawa a fare male agli azzurri, sfonda con cinque avversari addosso e sul prosieguo dell'azione la palla arriva a Bonneval che schiaccia nonostante l'intervento del TMO a controllare. Finale che promette emozioni ed equilibrio con l'Italia che deve difendere un solo punto di vantaggio e Francia che si butta in avanti. Al 69' un fallo azzurro regala a Plisson la palla del sorpasso e l'apertura dello Stade Français non si fa trovare impreparato. Al 73' è Minto a ripartire, venir placcato e subire il fallo di Atonio che manda Kelly Haimona sulla piazzola. E il maori d'Italia non sbaglia e Italia che torna a +1. Ma un minuto dopo è ancora Plisson a punire gli azzurri dalla distanza e a riportare i padroni di casa avanti. Gli azzurri si buttano così in avanti alla disperata ricerca dei tre punti – almeno – che varrebbero una clamorosa prima volta allo Stade de France. E il pack azzurro cerca il fallo francese, lo vuole con Parisse che spinge la mischia, palla che esce per l'ultimo attacco, tempo che scade, Italia che piano piano avanza e PArisse che tenta un disperato drop finale e lo sbaglia.

FRANCIA – ITALIA 23-21
Sabato 6 febbraio, ore 15.25 - Stade de France, Parigi
Francia: 15 Maxime Médard, 14 Hugo Bonneval, 13 Gaël Fickou (57' Maxime Mermoz), 12 Jonathan Danty, 11 Virimi Vakatawa, 10 Jules Plisson, 9 Sébastien Bezy, 8 Louis Picamoles (15' Yacouba Camara), 7 Damien Chouly, 6 Wenceslas Lauret, 5 Yoann Maestri, 4 Paul Jedrasiak, 3 Rabah Slimani (50' Jefferson Poirot), 2 Guilhem Guirado, 1 Eddy Ben Arous (51' Uini Atonio)
Italia: 15 David Odiete (56' Luke Mclean), 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Gonzalo Garcia (70' Kelly Haimona), 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna (78' Guglielmo Palazzani), 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Alessandro Zanni (12' Andries Van Schalkwyk, 21' Alessandro Zanni, 67' Andries Van Schalkwyk), 6 Francesco Minto, 5 Marco Fuser, 4 George Fabio Biagi (44' Valerio Bernabò), 3 Lorenzo Cittadini (66' Martin Castrogiovanni), 2 Ornel Gega (57' Davide Giazzon), 1 Andrea Lovotti (66' Matteo Zanusso)
Arbitro: JP Doyle
Marcatori: 8' dr. Canna, 14' m. Vakatawa, 26' m. Parisse, 33' m. Chouly, 44' cp. Canna, 46' m. Canna tr. Canna, 60' m. Bonneval tr. Plisson, 69' cp. Plisson, 74' cp. Haimona, 76' cp. Plisson

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1187 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO