Guinness Pro 12: le Zebre gettano tutto al vento

Si è appena conclusa a Llanelli la sfida tra i bianconeri di Parma e i gallesi Scarlets.

LLANELLI, WALES - NOVEMBER 21:  Statue of local rugby hero Ray Gravell outside Parc y Scarlets before the European Rugby Champions Cup match between Scarlets and Racing 92 at the Parc y Scarlets on November 21, 2015 in Llanelli, Wales.  (Photo by David Jones/Getty Images)

Un tempo giocato male, con il vento contrario a pesare tantissimo, che obbliga le Zebre a rincorrere. Una ripresa decisamente migliore, ma con i bianconeri che si spengono troppo presto, pagano i tantissimi errori in touche (e non solo) e non riescono neppure a portare a casa quel bonus che a un certo punto sembrava certo.

Parte in attacco il XV gallese, sospinto da un fortissimo vento alle spalle, ma le Zebre difendono subito bene, non fanno avanzare gli Scarlets e, alla fine, li obbligano all'errore. Zebre che, però, sbagliano troppe touche e, così, restano chiusi in difesa, ma ancora una volta rubano palla e risalgono il campo al piede. Un'altra touche sbagliata da Manici, la terza, porta gli Scarlets nei 22 bianconeri, ma il XV di Parma si salva nuovamente. Ma all'8' crolla la difesa delle Zebre ed è Hadleigh Parkes a infilarsi in una difesa molle e primi punti, meritati, per gli Scarlets che sfruttano un nuovo errore di Palazzani. Al 12' la quarta touche persa dalle Zebre costa la seconda meta, questa volta con Aled Davies che si infila nel buco creato da Parkes e Scarlets che scappano via. Al 16' arriva la prima touche vinta dalle Zebre, ma continua il monologo gallese con i bianconeri che nel primo quarto non hanno costruito assolutamente nulla in attacco.

Al 21' l'ennesimo fallo del XV di Parma manda sulla piazzola Aled Thomas che non sbaglia e punteggio che sale sul 17-0. Tanti, troppi, errori delle Zebre - tra Palazzani, Manici e Burgess - e tanti, troppi, falli che permettono agli Scarlets di dominare il possesso e il territorio in questo primo tempo. Attorno alla mezz'ora qualche errore anche gallese permette alle Zebre di rialzare un po' la testa, spostarsi nella metà campo rossa, ottengono un nuovo fallo, vanno in touche sui 5 metri, maul, ma pallone che resta alto e occasione persa, anche se le Zebre restano in attacco. Ma alla seconda mischia perde l'ovale Van Schalkwyk e Zebre che sprecano ancora a un paio di minuti dalla fine. Così si va negli spogliatoi sul +17 per gli Scarlets, con le Zebre che hanno dato segni di vita solo negli ultimi 10 minuti del primo tempo dopo aver sofferto tantissimo il meteo gallese.

Si riparte a Llanelli con il forte vento ora a favore delle Zebre e con Violi che sostituisce Burgess. Prova a cambiare ritmo il XV di Guidi, ma un paio di errori di troppo fermano Canna e compagni nonostante un paio di buone iniziative. Al 49' calcetto sbagliato degli Scarlets, contrattacco al piede delle Zebre e Tom Williams spinge Kayle Van Zyl senza palla e occasione per i bianconeri. E dalla maul arriva la meta di Van Schalkwyk che riapre il match. Ora sono i gallesi a essere molto fallosi e le Zebre possono risalire nuovamente il campo con il piede di Canna. Spingono i bianconeri sui 5 metri, si infila Violi, ma viene tenuto girato e si torna sul precedente vantaggio e giallo per Paulino e Scarlets in 14 quando si entra nell'ultimo quarto di gioco.

E sulla seguente mischia è nuovamente Van Schalkwyk a prendere l'ovale e a schiacciare in meta e Zebre che vanno a -5. Ora il vento crea problemi ai padroni di casa e la partita - esattamente all'opposto dei primi 40 minuti - la fanno le Zebre. Errori pesanti di Aled Thomas, che in due occasioni regala campo e palla ai bianconeri. Sprecano, però, i ragazzi di Parma e al 66' un fallo di Paul Derbyshire permette agli Scarlets di andare sulla piazzola per tornare oltre break, ma sbagliano e si resta sul 17-12. Ma ora le Zebre faticano ad avere possesso e ad attaccare e al 70' un nuovo fallo rimanda i gallesi sulla piazzola e questa volta è il palo a fermare Steve Shingler. Un paio di errori di troppo fermano nuovamente le Zebre palla in mano e Scarlets che possono attaccare quando mancano cinque minuti alla fine. Al 77' nuovo fallo e nuova chance per Shingler di andare oltre break e di negare il bonus alle Zebre, e questa volta non sbaglia l'apertura gallese. Così si arriva allo scadere, le Zebre perdono e non conquistano neanche un punto, mentre gli Scarlets salgono in seconda posizione in classifica.

SCARLETS - ZEBRE 20-12
Domenica 29 novembre, ore 15.30 - Parc y Scarlets, Llanelli
Scarlets: 15 Steffan Evans, 14 Tom Williams, 13 Regan King, 12 Hadleigh Parkes, 11 DTH van der Merwe, 10 Aled Thomas, 9 Aled Davies, 8 John Barclay, 7 James Davies, 6 Aaron Shingler, 5 Lewis Rawlins, 4 Maselino Paulino, 3 Samson Lee, 2 Emyr Phillips, 1 Rob Evans
In panchina: 16 Kirby Myhill, 17 Dylan Evans, 18 Rhodri Jones, 19 George Earle, 20 Jack Condy, 21 Rhodri Williams, 22 Steve Shingler, 23 Gareth Owen
Zebre: 15 Guglielmo Palazzani, 14 Dion Berryman, 13 Giulio Bisegni, 12 Matteo Pratichetti, 11 Kayle Van Zyl, 10 Carlo Canna, 9 Luke Burgess, 8 Andries Van Schalkwyk, 7 Paul Derbyshire, 6 Jacopo Sarto, 5 George Biagi, 4 Valerio Bernabò, 3 Pietro Ceccarelli, 2 Andrea Manici, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Oliviero Fabiani, 17 Andrea De Marchi, 18 Guillermo Roan, 19 Marco Bortolami, 20 Federico Ruzza, 21 Marcello Violi, 22 Tommaso Boni, 23 Edoardo Padovani
Arbitro: George Clancy
Marcatori: 8' m. Parkes tr. Thomas, 12' m. Davies tr. Thomas, 22' cp. Thomas, 50' m. Van Schalkwyk, 61' m. Van Schalkwyk tr. Violi, 78' cp. Shingler
Cartellini gialli: 59' Paulino

Foto - Zebre Rugby

  • shares
  • Mail