Rugby e Marketing: Galles, il Millennium cambia nome

Il bellissimo stadio di Cardiff abbandona il suo nome in onore dello sponsor.

principality-stadium.jpg

Dopo Lansdowne Road, il leggendario stadio di Dublino, rifatto e rinominato Aviva Stadium; dopo il Murrayfield di Edimburgo, diventato BT Murrayfield, ecco che anche Cardiff e il suo Millennium Stadium si piegano alla forza dello sponsor. Dal prossimo Sei Nazioni, infatti, i tifosi che accorreranno a vedere i match casalinghi del Galles entreranno al Principality stadium.

Principality stadium, cioè il nome della società di costruzioni che ha siglato un ricco contratto decennale con la Federazione gallese. Addio, dunque, allo Stadiwm y Mileniwm, sorto nel 1999 sulle ceneri del leggendario Arms Park in occasione della Coppa del Mondo e da allora uno degli stadi più affascinanti ed emozionanti in cui vedere una partita di rugby.

Con il tetto aperto, "così che anche Dio possa vedere il Galles volare in meta", o con il tetto chiuso, con i 74mila tifosi che creano un suono rimbombante che spaventa gli avversari ed è l'arma in più per i Dragoni. Nel Millennium - adesso Principality - Stadium oltre ai match del Sei Nazioni e i test match autunnali si sono, come detto, giocate diverse partite della Rugby World Cup 1999, di quella appena finita e anche alcune partite di calcio durante le Olimpiadi 2012.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail