Champions Cup: il Treviso getta tutto al vento

Si è conclusa a Limerick la sfida valevole per il primo turno della Coppa Europa di rugby.

munster-benetton-risultato.jpg

Non è la vittima sacrificale che si temeva alla vigilia, anzi la Benetton lotta a lungo nella tormenta di Limerick, subisce troppo nel primo quarto di gioco, poi entra in partita, ma non riesce mai a chiudere quel gap contro un Munster che sfrutta meglio le perturbazioni atmosferiche per portare a casa una vittoria larga, ma sofferta per quasi un'ora. Treviso che sbaglia troppo e, nel primo tempo, subisce quando doveva approfittare del vento a favore.

Pioggia battente e vento a Limerick a dare il benvenuto alla Benetton Treviso. E subito soffrono i binacoverdi - oggi biancoazzurri - che prima perdono una mischia e sull'azione seguente arriva subito la meta di BJ Botha e Munster che parte benissimo dopo cinque minuti. Tanti errori di handling dei veneti che impediscono di costruire azioni d'attacco, continuando a subire la pressione irlandese. E, così, al secondo sfondamento rosso è nuovamente Botha a superare la linea di meta, ma fa avanti prima di schiacciare e Treviso si salva. Insistono in attacco, però, i padroni di casa, soffre tantissimo la Benetton, avanzano gli irlandesi, che insistono ad andare in touche e a non piazzare e non muovono il tabellino quando si arriva al quarto d'ora di gioco. Così al 17' un pallone calciato dai 22 irlandesi viene stoppato da Steyn, che allunga al piede e poi si tuffa a schiacciare e Treviso che ottiene il massimo con il minimo lavoro offensivo. Un fallo in mischia, al 19', manda il Munster per i pali e Ian Keatley chiude il primo quarto con gli irlandesi avanti di tre punti.

Una distrazione difensiva, complice il vento, rischia di far scappare via nuovamente il Munster, ma alla fine un avanti salva nuovamente i biancoazzurri. Benetton che sfrutta il vento a favore per tenere i padroni di casa il più lontano possibile, con gli irlandesi che sbagliano molto palla in mano. Treviso cresce, piano piano, con McLean che usa bene il piede per calci tattici che spostano il baricentro del gioco. Poco dopo la mezz'ora la Benetton si presenta nei 22 del Munster, ma un calcetto di Bacchin non supera la difesa e occasione perse per i veneti. Si arriva così allora allo scadere del primo tempo senza ulteriori emozioni, con una Benetton che ora gioca alla pari contro il Munster dopo aver concesso troppo nei primi 20 minuti, con gli irlandesi che non hanno monetizzato il dominio territoriale e di possesso.

Inizia male anche la ripresa, con un tenuto della Benetton che dà una touche sui 5 metri al Munster, ma Montauriol ruba la rimessa laterale e rimanda più indietro i padroni di casa. C'è molto Munster in questi minuti, ma difende bene la difesa veneta e concede solo un piazzato al 49'. Treviso che soffre con il vento a sfavore, fatica a muovere il pallone al piede e tiene i padroni di casa in attacco. Così la diga biancoazzurra alla fine crolla e al 56' è CJ Stander ad allungarsi oltre la linea di meta e a permettere la fuga degli irlandesi. Un paio di errori di troppo in touche, poi, impediscono alla Benetton di sfruttare una buona occasione d'attacco mentre scocca l'ora di gioco a Limerick.

Soffre la Benetton, commette troppi falli, fa risalire il campo a un Munster che non entusiasma, ma il cui gioco basta per controllare il match, anche se le due mete che mancano per il bonus appaiono sempre più distanti mentre passano i minuti. E', però, un monologo rosso quello nella ripresa a Limerick e al 69' è la maul del Munster a sfondare ed è Duncan Casey a schiacciare e i padroni di casa hanno 10 minuti per trovare il bonus. Treviso che gioca a handicap, con Ambrosini che non combina nulla di buono all'apertura e Giazzon male in touche a impedire ai biancoazzurri di mantenere il possesso. Così è ancora la formazione irlandese ad attaccare, Treviso ormai difende come può e al 75' arriva il giallo per Matteo Muccignat, e arriva, subito dopo, la meta del bonus con Simon Zebo che chiude la pratica.

MUNSTER - BENETTON TREVISO 32-7
Sabato 14 novembre, ore 18.15 - Thomond Park, Limerick
Munster: 15 Andrew Conway, 14 Keith Earls, 13 Francis Saili, 12 Denis Hurley, 11 Simon Zebo, 10 Ian Keatley, 9 Conor Murray, 8 CJ Stander, 7 Jack O'Donoghue, 6 Dave O'Callaghan, 5 Mark Chisholm, 4 Donnacha Ryan, 3 BJ Botha, 2 Mike Sherry, 1 Dave Kilcoyne
In panchina: 16 Duncan Casey, 17 James Cronin, 18 John Ryan, 19 Dave Foley, 20 Robin Copeland, 21 Tomas O'Leary, 22 Rory Scannell, 23 Lucas Gonzalez Amorosino
Treviso: 15 Luke McLean, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Jayden Hayward, 12 Enrico Bacchin, 11 Tommaso Iannone, 10 James Ambrosini, 9 Edoardo Gori, 8 Abraham Steyn, 7 Alessandro Zanni, 6 Francesco Minto, 5 Jean-François Montauriol, 4 Rudolph Duncan Naude, 3 Rupert Harden, 2 Ornel Gega, 1 Matteo Zanusso
In panchina: 16 Davide Giazzon, 17 Matteo Muccignat, 18 Filippo Filippetto, 19 Dean Budd, 20 Marco Barbini, 21 Andrea De Marchi, 22 Chris Smylie, 23 Sam Christie
Arbitro: Matthew Carley
Marcatori: 5' m. Botha tr. Keatley, 17' m. Steyn tr. Hayward, 20' cp. Keatley, 49' cp. Keatley, 56' m. Stander, 69' m. Casey tr. Keatley, 76' m. Zebo tr. Keatley
Cartellini gialli: 75' Muccignat