Rugby Mondiale: il Ruanda è il 103° membro

La World Rugby ha annunciato che lo Stato africano è stato incluso come membro effettivo.

ruanda.jpg

Sale a 103 il numero di federazioni nazionali affiliate come membri effettivi della World Rugby. Da ieri, infatti, anche il Ruanda, famoso purtroppo per il famigerato massacro del 1994, fa parte a pieno titolo del rugby mondiale, dopo che dal 2004 ne era "membro associato".

Il Ruanda, piccolo Paese del Centro Africa stretto tra Congo, Tanzania e Uganda, ha una nazionale a XV, un campionato nazionale a 10 squadre, più di 300 tesserati seniores maschili, 60 tesserate seniores femminili e quasi 7.000 tesserati juniores. Numeri sicuramente piccoli, ma in forte crescita negli ultimi anni, con il rugby che sta prendendo sempre più piede in un Paese di poco meno di 12 milioni di abitanti. Nella sua breve storia (2003-2015) ha disputato 18 match internazionali, vincendone 9 (8 dei quali contro i vicini del Burundi e 1 contro il Kibubu RFC) e perdendone 9.

"Siamo felici di dare il benvenuto al Ruanda come membro effettivo della World Rugby - ha dichiarato Bernard Lapasset -. Questo è un bellissimo momento per il nostro sport, con una crescita e un interesse globale senza precedenti". L'affiliazione come membro ufficiale del Ruanda verrà, ora, testata per 24 mesi, alla fine dei quali verrà deciso se la federazione africana ha effettivamente i requisiti per restare membro effettivo della WR.

  • shares
  • Mail