Mondiali 2015: Francia, Laporte chiede la testa di Camou

Il tecnico del Tolone (e candidato alla presidenza federale) non vuole che Saint-André sia il capo espiatorio e chiede un voto di fiducia per il presidente della FFR.

bernard-laporte.jpg

La brutta eliminazione alla Coppa del Mondo e l'umiliante ko contro gli All Blacks - arrivati dopo due stagioni mediocri e le polemiche su uno spogliatoio rotto - rischiano di colpire direttamente l'intera Federazione francese di rugby, dopo che ieri Bernard Laporte ha chiesto un voto di fiducia per il presidente Pierre Camou.

Laporte, ex ct della Francia e uomo forte del Tolone, è - va detto - candidato in pectore proprio per il posto di Camou, ma evidentemente vuole accelerare i tempi e dopo l'eliminazione della Francia alla RWC ha deciso di sfiduciare il numero 1 della FFR. "Quando sento dire che è un fallimento totale, io dico che i responsabili devono assumersi le proprie responsabilità. E non significa che Philippe Saint-André si prenda tutte le colpe - ha detto Laporte -. C'è molto da fare, lavorare con i club e non contro di loro. Il Top 14 non è il male. Io sono per federare, non per imporre". La campagna elettorale, anche in Francia, è iniziata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail