Mondiali 2015: Italia Romania 32-22, il minimo sindacale basta

Si è conclusa la sfida di Exeter tra azzurri e rumeni. Ecco come è andata.

during the 2015 Rugby World Cup Pool D match between Italy and Romania at Sandy Park on October 11, 2015 in Exeter, United Kingdom.

E' un'Italia un po' timida quella che scende in campo a Exeter, con la Romania che spaventa in mischia e poi ottiene un po' troppo possesso, ma la qualità azzurra è superiore e l'Italia è guidata da un ottimo Gori. Così il match è in cassaforte dopo il primo tempo, con tre mete che scavano il giusto solco tra le due squadre.

Nel secondo tempo prima gli azzurri formalizzano la superiorità, rilassandosi però troppo presto e concedendo troppe mete a una Romania mediocre. Brutto secondo tempo, ma quando l'Italia gioca la superiorità è netta. Peccato aver fatto dimenticare quanto di buono fatto per 50 minuti con un finale da dimentica. Ma, come cantava Celentano, “è inutile suonare (alla porta del Sei Nazioni) qui non aprirà nessuno”.

80' Italia troppo rilassata nel finale concede alla Romania di segnare tre mete e dal 29-3 si chiude 32-22.

79' ITALIA - ROMANIA 32-22 m. Apostol

78' Insiste la Romania, che ha una nuova mischia sui 5 metri azzurri. Italia che è già sotto la doccia

76' Italia che ha alzato un po' troppo il piede dall'acceleratore, lasciando metri e possesso ai romeni che ne stanno approfittando

75' ITALIA - IRLANDA 32-17 m. Poparlan tr. Vlaicu

75' Ennesimo fallo azzurro e richiamo dell'arbitro all'Italia

74' Soffre l'Italia in difesa, sempre in fuorigioco

73' Fallo azzurro, riprende la Romania, altro vantaggio

72' Insiste la Romania che vuole chiudere il match in attacco

70' ITALIA - ROMANIA 32-10, cp. Allan

69' Risposta azzurra in mischia, dopo la sofferenza di prima, e fallo che manda Allan sulla piazzola

66' ITALIA - ROMANIA 29-10, m. Apostol tr. Vlaicu

66' Spinge bene la mischia romena, entra in meta Apostol e TMO per capire se è tenuto alto o meno

65' Rischia grosso il neoentrato Palazzani che attende troppo a raccogliere l'ovale e, alla fine, entra in meta ad annullare. Mischia romena sui 5 metri

64' Dopo un periodo di stanca fiammata romena, con i gialli che cercano di ritornare in attacco

60' Romeni che rubano la palla in maul e provano un contrattacco, ma finiscono fuori dal campo

59' Italia che resta in attacco quando si arriva all'ora di gioco e Italia con la vittoria in cassaforte

58' Show azzurro con Bacchin che buca la difesa, passa a Sarto che fa un bell'offload a Giazzon, ma poi si spreca tutto nel finale

56' Cambia tutta la prima linea azzurra. Esordio per Alberto De Marchi ai Mondiali

54' Fuorigioco romeno e Italia che torna nella metà campo d'attacco

53' Continua a dominare in touche l'Italia e azzurri che risalgono pian piano il campo al piede

52' Resta in attacco la Romania, che ha un'altra touche nei 22

52' Touche romena rubata dall'Italia che ora ha il controllo della partita

51' Fallo azzurro, provano a sfruttare con un calcio all'ala il vantaggio i romeni ma si torna sul fallo

50' Insistono i romeni che vogliono provare a riaprire un match che appare ormai chiuso

49' Prova a reagire la Romania, ma perde palla in avanti e ora Italia che è più tranquilla in campo

46' Mischia dominante azzurra, porta fuori l'ovale Zanni e si allunga. Match chiuso e Italia che ha già il bonus

46' ITALIA - ROMANIA 29-3 m. Zanni tr. Allan

45' Mischia sui 5 metri per l'Italia

45' Italia a un passo dalla meta, ma tenuto alto. C'è TMO per capire cosa fare ora

44' Romania che deve ripartire dai propri 22 e touche battuta veloce dagli azzurri

42' Scappa il solito Gori, che però si isola e finisce fuori campo

41' Parte in avanti l'Italia, che ha una mischia poco fuori dai 22 romeni

40' Finisce il primo tempo con l'Italia che guida 3 mete a 0. Azzurri che concedono molto possesso alla Romania, soffrono in alcuni periodi, ma dimostrano la superiorità tecnica senza problemi e mette il gap che c'è tra l'Italia e la Romania

39' Ancora una grande azione di Gori che libera Allan che si invola nel buco e schiaccia in meta

39' ITALIA - ROMANIA 22-3 m. Allan tr. Allan

36' Fallo di Zanni e Romania che può risalire il campo al piede

35' Infortunio per Campagnaro che deve uscire. Entra Bacchin

34' Insiste in attacco la Romania, ma deve ripartire da lontano

33' Grande difesa azzurra che, alla fine, con il solito Gori obbliga al fallo i romeni

31' Insistono con la touche i romeni, difende strenuamente l'Italia

30' Va la Romania, prova a sfondare, difendono gli azzurri in trincea e fuorigioco dell'Italia, che soffre

29' Nuova touche sui 5 metri per la Romania

28' Azzurri addormentati in touche, che aspettano forse il fischio per un fallo, che arriva solo in un secondo tempo a favore dei romeni

27' Fallo azzurro e chance di piazzare per la Romania che, però, va in touche

26' Perde touche l'Italia e chance romena in attacco

24' ITALIA - ROMANIA 15-3 m. Gori tr. Allan

24' Tiene la Romania, ma esce Ugo Gori dallo sporco e schiaccia in meta

23' Soffre la Romania in mischia, Italia spinge in area di meta il pack romeno e conquista mischia sui 5 metri. Da sfruttare assolutamente

22' Ruba la touche l'Italia, Manici schiaccia in meta, ma c'è un avanti e nulla di fatto

20' Maul avanzante azzurra nella metà campo romena, palla che esce e calcetto di Allan con touche azzurra sui 5 metri. Battuta veloce e stupidamente da Venditti e sprechiamo tutto con un passaggio avanti

18' In superiorità diventa dominante la mischia azzurra che guadagna un fallo e risale il campo

16' ITALIA - ROMANIA 8-3 cp. Allan

16' Giallo a van Heerden

16' Touche sui 22 metri per l'Italia, maul azzurra, vantaggio e fallo romeno

15' Brutti 'non' placcaggi azzurri, ma poi avanti romeno e Italia che attacca e fallo romeno che placca alto

13' Buono Furno a imbrigliare i romeni e palla riconquistata dall'Italia

12' Brutto calcio di Venditti e touche romena poco fuori dai 22 azzurri

10' Bella azione di Campagnaro che trova il buco e poi libera Sarto solo all'ala. Sbaglia Allan la trasformazione

10' ITALIA - ROMANIA 5-3 m. Sarto

10' Maul azzurra che crolla, si muove alla mano e Sarto meta!

9' Fallosi i romeni e punizione per l'Italia. Azzurri in touche nei 22

9' Italia bene in ruck, palla rubata e nuovo attacco azzurro

7' Altro fallo azzurro in mischia, che soffre troppo

7' Niente meta per un avanti

6' Grande reazione di Ugo Gori che parte veloce, calcetto e schiaccia (forse) in meta. Aspettiamo il TMO

5' ITALIA - ROMANIA 0-3 cp. Vlaicu

4' Pessima mischia azzurra che si fa demolire dalla Romania e fallo

3' Brutto controllo di Allan, avanti e Italia che inizia con un paio di errori banali

2' Errore di McLean che non va in touche e Italia che deve ripartire da metà campo

2' Fallo romeno in attacco e Italia che può risalire il campo

1' Attacca la Romania appena dentro la metà campo azzurra

1' Fischio d'inizio a Exeter, prima palla in mano all'Italia

Prima l'inno romeno, ora quello azzurro, poi si parte

Mancano cinque minuti al fischio d'inizio di Italia-Romania a Exeter, ultima - e decisiva - sfida degli azzurri nella Rugby World Cup.

ITALIA - ROMANIA 32-22
Domenica 11 ottobre, ore 15.30 - Sandy Park, Exeter
Italia: 15 Luke McLean (65' Guglielmo Palazzani), 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro (35' Enrico Bacchin), 12 Tommaso Benvenuti, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Tommaso Allan, 9 Edoardo Gori (68' Carlo Canna), 8 Alessandro Zanni, 7 Simone Favaro (65' Samuela Vunisa), 6 Francesco Minto, 5 Josh Furno (75' Valerio Bernabò), 4 Quintin Geldenhuys, 3 Lorenzo Cittadini (56' Dario Chistolini), 2 Andrea Manici (56' Davide Giazzon), 1 Matias Aguero (56' Alberto De Marchi)
In panchina: 16 Davide Giazzon, 17 Alberto De Marchi, 18 Dario Chistolini, 19 Valerio Bernabò, 20 Samuela Vunisa, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Carlo Canna, 23 Enrico Bacchin
Romania: 15 Catalin Fercu, 14 Madalin Lemnaru, 13 Paula Kinikinilau, 12 Florin Vlaicu, 11 Ionut Botezatu, 10 Michael Wiringi, 9 Valentin Calafeteanu, 8 Daniel Carpo, 7 Viorel Lucaci, 6 Valentin Ursache, 5 Johannes van Heerden, 4 Valentin Poparlan, 3 Paulica Ion, 2 Otar Turashvili, 1 Mihaita Lazar
In panchina: 16 Andrei Radoi, 17 Andrei Ursache, 18 Horatiu Pungea, 19 Marius Antonescu, 20 Stelian Burcea, 21 Tudorel Bratu, 22 Adrian Apostol, 23 Csaba Gal
Arbitro: Romain Poite
Marcatori: 5' cp. Vlaicu, 10' m. Sarto, 16' cp. Allan, 24' m. Gori tr. Allan, 39' m. Allan tr. Allan, 47' m. Zanni tr. Allan, 66' m. Apostol tr. Vlaicu, 70' cp. Allan, 75' m. Poparlan tr. Vlaicu, 79' m. Apostol
Cartellini gialli: 16' van Heerden

PRESENTAZIONE MATCH

Dimenticare le polemiche delle ultime 48 ore, non ricordarsi che in campo non c'è Sergio Parisse e pensare che da Exeter passa un momento fondamentale della storia di questa nazionale. Vincere per chiudere con l'obiettivo minimo i Mondiali ed evitare di perdere, aprendo una crisi gravissima per gli azzurri, ma non solo. Senza alibi, però, e senza pensare che una vittoria contro la modesta Romania significhi che il rugby italiano è in salute.

Un'Italia cui mancano i veterani, da Mauro Bergamasco a Sergio Parisse, senza dimenticare Martin Castrogiovanni e Leonardo Ghiraldini, ma che proprio per questo hanno il dovere morale di vincere e convincere. Per non accampare alibi e per dare una scossa di fiducia a quella generazione che deve dimostrare di poter essere di livello internazionale anche senza i suoi leader storici in campo.

Vincere, e senza rischi, è l'unico pronostico che l'Italia ha a disposizione, ogni altro risultato sarebbe un fallimento totale. E, invece, come detto, è l'occasione per i Gori, gli Zanni, i Favaro e i Campagnaro di dimostrare che il salto di qualità è possibile guardando al futuro. Perché il presente - azzurro e del movimento - è nero comunque vada oggi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail