Mondiali 2015: Galles, tanta fatica e niente bonus

Vincono i britannici la battaglia contro le Fiji, ma i pacifici spaventano il Millennium Stadium a lungo.

during the 2015 Rugby World Cup Pool A match between Wales and Fiji at the Millennium Stadium on October 1, 2015 in Cardiff, United Kingdom.

Il buongiorno non sempre si vede dal mattino. Il Galles parte a 1000 al Millennium Stadium, segna dopo 7 minuti di dominio, ma poi le Fiji crescono d'intensità, di volume, mentre i britannici iniziano a sentire la paura crescere. Così serve lottare fino all'ultimo per vincere e il bonus sfugge al Galles.

Pronti, via e George North mette già nei guai la difesa figiana, buca i pacifici e porta il Galles subito nei 22 avversari e ottiene un fallo dopo due minuti in cui le Fiji sono in confusione. E i britannici scelgono la touche per continuare a picchiare dei pacifici già sulle ginocchia. Nuovo fallo, della maul figiana, nuova touche, Galles sui 5 metri, ma alla fine di cinque minuti sono le Fiji a rubare l'ovale e a fermare il monologo gallese. Le Fiji soffrono, devono ripartire dai propri 22, non calciano e, alla fine, si fanno placcare in area di meta e Galles nuovamente palla in mano sui 5 metri. Difende tantissimo il XV bianco, ma al 7' è Gareth Davies a trovare finalmente il buco per la prima meta del Galles. Insiste la squadra britannica, provano a reagire le Fiji, si rompe il naso Bradley Davies ma non esce (subito), soffre in mischia il Galles e – alla fine – così sono i pacifici ad avere la chance di mettere punti sul tabellone e non sbaglia Volavola. Insistono le Fiji, con il Galles che dopo l'avvio a mille è calato molto di intensità, conquistano un altro fallo e Volavola va sulla piazzola, ma questa volta sbaglia. Al 20' fallo figiano e Biggar allunga per il Galles, con anche Alex Cuthbert che deve uscire temporaneamente per un colpo in testa.

Si 23' si mangia una meta già fatta il Galles. Palla rubata sui propri 22, Matthew Morgan fa il vuoto, libera Davies, che libera troppo tardi un compagno obbligato a quel punto a impattare e, alla fine, c'è il tenuto gallese. Continuano ad attaccare i padroni di casa, sospinti dal Millennium Stadium, e poi è George North a schiacciare, ma John Lacey chiama il TMO. E Bradley Davies ha evidentemente ripulito la ruck afferrando un avversario al collo e nulla di fatto, con la seconda linea che continua a sanguinare. Spettacolo di Dan Biggar che nella stessa azione crea due invenzioni fantastiche, con una finta prima e un passaggio velocissimo dopo, permettendo a Matthew Morgan di andare vicino alla meta, poi Scott Baldwin raccoglie e, finalmente, arriva la seconda meta gallese. Al 35' contrattacco figiano spettacolare dei figiani, con Aseli Tikoirotuma che manda nel panico i gallesi, ma poi con un avanti i britannici si salvano. Al 38' arrivano tre punti per le Fiji, che così restano aggrappati a un match. Finisce così sul 17-6 per il Galles il primo tempo.

Prova a riaprire i giochi la squadra figiana a inizio ripresa, alzando il ritmo e al 46' ottiene un fallo, ma Volavola sbaglia nuovamente e nega tre punti fondamentali per le Fiji. Ma subito dopo partita completamente riaperta, quando il solito Tikoirotuma mette in difficoltà la difesa gallese, poi sul proseguio dell'azione è Goneva a schiacciare in meta per il -4 figiano. Galles che, forse, aveva dato troppo presto per vinta questa sfida e che ora deve riaccelerare per non rischiare di buttare via tutto quello che ha costruito sin qui. Britannici che, invece, continuano a commettere errori banali e a correre rischi dando la palla ai pacifici. Al 54' fallo figiano e, nonostante la distanza, Biggar sceglie i pali per provare a tornare a +7 e, dopo il suo ormai classico balletto, mette il calcio tra i pali.

Allo scoccare dell'ora di gioco rischia grosso il Galles. Gareth Davies sbaglia un calcio, contrattacco in massa dei figiani e solo nei 22 difensivi i britannici riescono a evitare danni peggiori, mentre si allontana sempre di più la speranza di conquistare il bonus, con i gallesi più preoccupati di vincere la partita. Insistono, infatti, i figiani che mettono il Galles in un angolo, con i britannici ormai stanchissimi. Ma in difesa Biggar e Warburton fanno miracoli e Fiji che non trovano l'ultimo buco. Quando, però, i figiani alzano il piede dall'acceleratore tornano in attacco i gallesi e al 68' un fallo dei bianchi permette a Biggar di andare sulla piazzola e portare i suoi oltre il break. Non è, però, ancora morto il XV figiano che torna ad attaccare, ma ancora una volta non controllano l'ovale fino all'ultimo e occasione persa per riaprire nuovamente il match. Così è il Galles che al 76' finalmente potrebbe mettere il sigillo sul match con una lunga azione di pick&roll e, alla fine, Gareth Davies che si incunea, ma una mano figiana nega la meta. Passano i minuti e, ormai, i giochi sono fatti. Galles che vince, ma manca un bonus che potrebbe risultare decisivo nella corsa ai quarti di finale.

GALLES – FIJI 23-13
Giovedì 1 ottobre, ore 17.45 - Millennium Stadium, Cardiff
Galles: 15 Matthew Morgan, 14 Alex Cuthbert, 13 Tyler Morgan, 12 Jamie Roberts, 11 George North, 10 Dan Biggar, 9 Gareth Davies, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton, 6 Dan Lydiate, 5 Alun Wyn Jones, 4 Bradley Davies, 3 Tomas Francis, 2 Scott Baldwin, 1 Gethin Jenkins
In panchina: 16 Ken Owens, 17 Aaron Jarvis, 18 Samson Lee, 19 Luke Charteris, 20 Justin Tipuric, 21 Lloyd Williams, 22 Rhys Priestland, 23 James Hook
Fiji: 15 Metuisela Talebula, 14 Timoci Nagusa, 13 Vereniki Goneva, 12 Lepani Botia, 11 Aseli Tikoirotuma, 10 Ben Volavola, 9 Nemia Kenatale, 8 Netani Talei, 7 Akapusi Qera, 6 Dominiko Waqaniburotu, 5 Leone Nakarawa, 4 Tevita Cavubati, 3 Manasa Saulo, 2 Sunia Koto, 1 Campese Maafu
In panchina: 16 Viliame Veikoso, 17 Peni Ravia, 18 Leeroy Atalifo, 19 Nemia Soqeta, 20 Malakai Ravulo, 21 Henry Seniloli, 22 Joshua Matavesi, 23 Kini Murimurivalu
Arbitro: John Lacey
Marcatori: 7' m. G.Davies tr. Biggar, 14' cp. Volavola, 21' cp. Biggar, 32' m. Baldwin tr. Biggar, 38' cp. Volavola, 49' m. Goneva tr. Volavola, 55' cp. Biggar, 69' cp. Biggar

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail