Mondiali 2015: Italrugby, Brunel, i tagli e la speranza Biagi

Inizia domenica l'ultimo raduno azzurro prima dei test match di preparazione ai Mondiali. Tre gli azzurri "in esubero" e potrebbe tornare la seconda linea.

italrugby-31-7.jpg

L'Italrugby entra nella fase finale della preparazione alla Rugby World Cup 2015. Da domenica, infatti, gli azzurri saranno a Fiuggi per l'ultimo appuntamento collettivo prima dei raduni che coincideranno con i test match di preparazione ai Mondiali.

Una marcia d'avvicinamento che, in queste settimane, ha visto il gruppone ridursi di numero – per problemi fisici e scelte tecniche – e che vede ora 34 azzurri al via. Jacques Brunel entro il 31 agosto dovrà scegliere i 31 giocatori da portare in Inghilterra e, salvo sorprese, è probabile che la scelta venga fatta prima del raduno di Torino dopo ferragosto.

Tre tagli, dunque, da fare che potrebbero diventare quattro (o cinque). Oltre ai 34 ragazzi che si sono allenati a L'Aquila, infatti, ci sono ancora i nomi di George Biagi e Kelly Haimona da tenere a mente. Mentre Simone Favaro sembra fuori dai giochi per i problemi alla spalla, la seconda linea sta recuperando bene dell'infortunio al piede e Brunel spera di poterlo recuperare in tempo, dando un importante innesto al pack.

Su Haimona la situazione è più difficile, ma con le alternative ridotte all'osso e poco esperte, se il maori d'Italia non ce la farà allora siamo pronti a scommettere che per Luke McLean potrebbe scattare uno spostamento di ruolo in mediana.

Per il resto, dunque, sono 3 o 4 i giocatori ancora in rosa che dovranno venir sacrificati da qua a fine agosto. Ipotizzare nomi appare difficile, così come immaginare se le 'vittime' saranno principalmente in mischia o tra i trequarti. Ora, però, tutti a Fiuggi a giocarsi (forse) le ultime chance iridate.

Foto - Federugby

  • shares
  • Mail