Jerry Collins e quell'ultimo gesto d'amore che ha salvato la figlia

La polizia francese ha concluso le indagini riguardo l'incidente in cui hanno perso la vita l'ex All Blacks e la moglie.

auto-incidente-collins

Un colpo di sonno di Alana, sua moglie, e in un attimo l'autostrada si è trasformata in una trappola mortale. La polizia francese ha reso noti i risultati delle indagini sulla morte di Jerry Collins e di sua moglie Alana, avvenuta lo scorso giugno. Un incidente stradale imputabile alla stanchezza, e dal quale si è salvata solo la piccola Ayla, la figlia di tre mesi della coppia.

E secondo la polizia, come già anticipato nelle scorse settimane, se Ayla ancora può sperare di avere una vita normale è grazie all'istinto paterno di Jerry Collins, che quando si è reso conto di cosa stava succedendo ha protetto la sua piccola bimba con il suo corpo. Così l'impatto con il pullman che li seguiva è stato tremendo, ma non è stato letale per Ayla.

Secondo la polizia, Alana era alla guida perché alla fine di una lunga cena a casa di amici l'ex All Blacks aveva bevuto di più e, così, aveva lasciato il volante alla moglie, sedendosi dietro con la figlia di 10 settimane. Ma la stanchezza è stata fatale per lui e per la moglie e solo quell'ultimo, istintivo, gesto d'amore ha salvato la vita alla loro bimba.

  • shares
  • Mail