Rugby Italia: a Prato volano gli stracci (e arriva la polizia)

Scontro al Chersoni tra i "vecchi" Cavalieri e i "nuovi" dopo che alcuni operai mandati dalla società di Tonfoni stavano portando via del materiale del campo.

cavalieri-vs-cavalieri.jpg

Non c'è pace a Prato, dove l'addio dei Cavalieri ha lasciato strascichi e polemiche. L'ultimo capitolo dell'annosa saga si è consumato alcuni giorni fa, come riporta la Nazione, quando a scontrarsi sono stati alcuni operai mandati dai Cavalieri di Tonfoni, ex gestori dell’impianto, per smontare alcune strutture e alcuni esponenti dell’Union Cavalieri, cioè la società che dovrebbe prendere la gestione dello stadio a breve.

Oggetti del contendere, dopo che - oltre al materiale tecnico - erano già stati portati via dal Chersoni la macchina di mischia e la pompa di irrigazione, gli erogatori stessi del campo. Lo scontro verbale è diventato subito caldo, con anche un tecnico comunale intervenuto a controllare cosa stesse accadendo. A quel punto è stata fatta intervenire una volante della polizia che ha verbalizzato l'accaduto, bloccando di fatto i lavori.

Rimandando tutto a oggi, 27 luglio, quando ci dovrebbe essere ufficialmente il passaggio di proprietà del Chersoni dai vecchi Cavalieri ai nuovi Cavalieri. Un passaggio di proprietà che, sembra, non sarà indolore, ma che chiuderà la lunga pagina di storia del rugby pratese iniziata tre anni fa.

  • shares
  • Mail