Olimpiadi 2024: Malagò pensa al Flaminio per il rugby

Prende corpo la candidatura italiana per le Olimpiadi e il numero 1 del Coni fa il punto delle sedi delle gare.

stadio-flaminio.jpg

Potrebbe tornare al Flaminio il rugby azzurro. Ma niente paura, non è una retromarcia in chiave Sei Nazioni, parliamo di rugby 7s e di Olimpiadi. Quelle del 2024 per le quali Roma è candidata. E il comitato organizzatore inizia a fare il punto sulle strutture e sulle sedi per i match delle varie discipline. Rugby 7s compreso.

Per il numero 1 del Coni Giovanni Malagò una carta importante che l'Italia potrà giocare è il nuovo stadio della Roma, che amplierà le opzioni nella Capitale. Ma le Olimpiadi, se andranno a Roma che è in lizza con Boston, Parigi e Amburgo, ndr., saranno più a macchia di leopardo, con alcune discipline che si sposteranno anche al Nord, arrivando per esempio fino a Milano.

Dove potrebbe giocarsi la finale del calcio, per esempio, con il nuovo stadio della Roma come prima alternativa. E il rugby? "Oggi Roma ha l’Olimpico, uno stadio per l’atletica prestato al calcio dove giocano Roma e Lazio. E ha un vecchio stadio di calcio con una storia importante come il Flaminio, che verrà usato per discipline diverse, come il rugby seven" le parole di Malagò.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail