Rugby Championship: All Blacks, 10 minuti per dettare legge

Tre mete a cavallo dei due tempi chiudono un match in cui l'Argentina resiste 40 minuti.

rugby-championship-allblacks-argentina-risultato.jpg

Bastano 10 minuti e tre mete per chiudere la pratica argentina per gli All Blacks. Che lasciano i Pumas in partita un tempo, poi li fanno giocare (e segnare) a metà ripresa, ma ormai hanno chiuso i giochi a cavallo dell'intervallo, con tre mete decisive. Il resto è un buon allenamento in vista dei prossimi impegni e dei Mondiali.

Subito battaglia in mischia tra tuttineri e Pumas, ma dopo 5 minuti Sanchez si fa stoppare un calcio, fallo obbligato di Tuculet e Dan Carter va subito sulla piazzola, calcio non perfetto, ma prende il palo e l'ovale entra per il vantaggio neozelandese. Reagisce l'Argentina, mette pressione agli All Blacks soprattutto con il pack e guadagna una punizione che manda Sanchez sulla piazzola e tre punti per il pareggio. Pochi minuti e un bell'attacco neozelandese viene fermato dai Pumas solo con un fallo e Carter non sbaglia. Prima meta sul finale del primo quarto e a segnare è Richie McCaw. Touche, palla al capitano tuttonero, sfondamento e palla schiacciata in meta.

Crescono gli All Blacks, mentre l'Argentina tenta di trovare spazi che non ci sono. Alla mezz'ora scatto bruciante di Waisake Naholo che lascia a terra diversi sudamericani, ma manca il sostegno. Fiammata biancoceleste poco dopo la mezz'ora e Sanchez può riportare i suoi sotto break dalla piazzola. Al 38' nuova chance al piede per Dan Carter, che però commette il suo secondo errore dopo non aver trasformato la meta di McCaw. Chiude il primo tempo in attacco la Nuova Zelanda e Ma'a Nonu dà una lezione di potenza e schiaccia di cattiveria in meta e gli All Blacks fanno il gap proprio sulla sirena.

Partono fortissimi gli All Blacks nella ripresa e in pochi minuti mettono la parola fine sul match. Prima un calcio sbagliato di Carter, poi però spingono i padroni di casa e l'ovale arriva a Charles Piutau che ringrazia e schiaccia. Argentina in bambola e Nuova Zelanda che torna in attacco ed è l'esordiente Naholo ad andare oltre la linea di meta per il bonus, ma perde l'ovale e va fuori dal campo e nulla di fatto. Bonus che arriva al 49'. Errore argentino che palla in mano nei propri 22 rischia troppo, Sanchez fa un offload di troppo, Kieran Read è pronto, raccoglie e schiaccia tra i pali. Alza il piede dall'acceleratore la Nuova Zelanda e l'Argentina rialza un po' la testa e al 56' è il tallonatore Creevy a trovare la prima meta per i suoi.

Insistono i Pumas, con gli AllBlacks che lasciano sfogare gli ospiti, lontani comunque 21 punti, e al 62' arriva la seconda meta, ancora una volta con capitan Creevy che finalizza una touche e mischia dell'Argentina. Dopo un breve blackout costato 12 punti tornano ad attaccare gli All Blacks, che puntano alla meta con la mischia, l'Argentina in affanno commette molti falli, ma – alla fine – si salvano gli ospiti. Ma subito dopo arriva il colpo tuttonero con Codie Taylor, prima meta all'esordio.

NUOVA ZELANDA – ARGENTINA 39-18
Venerdì 17 luglio, ore 9.35 - AMI Stadium, Christchurch
Nuova Zelanda: 15 Israel Dagg, 14 Waisake Naholo, 13 Ma'a Nonu, 12 Sonny Bill Williams, 11 Charles Piutau, 10 Daniel Carter, 9 TJ Perenara, 8 Kieran Read, 7 Richie McCaw, 6 Jerome Kaino, 5 Brodie Retallick, 4 Luke Romano, 3 Owen Franks, 2 Keven Mealamu, 1 Tony Woodcock
In panchina: 16 Codie Taylor, 17 Wyatt Crockett, 18 Nepo Laulala, 19 Jeremy Thrush, 20 Liam Messam, 21 Andy Ellis, 22 Colin Slade, 23 Ryan Crotty
Argentina: 15 Joaquin Tuculet, 14 Horacio Agulla, 13 Marcelo Bosch, 12 Jeronimo De la Fuente, 11 Santiago Cordero, 10 Nicolas Sanchez, 9 Tomas Cubelli, 8 Facundo Isa, 7 Juan Martin Fernandez Lobbe, 6 Juan Manuel Leguizamon, 5 Guido Petti, 4 Manuel Carizza, 3 Ramiro Herrera, 2 Agustin Creevy, 1 Marcos Ayerza
In panchina: 16 Julian Montoya, 17 Lucas Noguera, 18 Nahuel Chaparro Tetaz, 19 Benjamin Macome, 20 Javier Ortega Desio, 21 Martin Landajo, 22 Santiago Gonzalez Iglesias, 23 Lucas Gonzalez Amorosino
Arbitro: Craig Joubert
Marcatori: 6' cp. Carter, 13' cp. Sanchez, 17' cp. Carter, 20' m. McCaw, 34' cp. Sanchez, 40' m. Nonu tr. Carter, 43' m. Piutau tr. Carter, 49' m. Read tr. Carter, 56' m. Creevy, 62' m. Creevy tr. Sanchez, 73' m. Taylor tr. Carter

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail