Mondiali 2015: Burgess, il jolly per l'Inghilterra?

Secondo il suo allenatore di Bath l'ex campione di rugby league ha ottime chance di venir selezionato per i Mondiali, seppur esordiente.

sam-burgess.jpg

Ha cambiato codice solo un anno fa, passando dal rugby a XIII a quello union l'estate scorsa, ma dopo soli 12 mesi potrebbe giocarsi un posto per i Mondiali di settembre. Sam Burgess, ex campionissimo di league, è tra i 45 inglesi che si stanno allenando negli States, a Denver, ma secondo il suo allenatore a Bath potrebbe entrare anche nella ristretta élite di 31 prescelti per la Coppa del Mondo.

Mike Ford, infatti, è convinto che Burgess non solo sia un grandissimo campione, ma dalla sua ha la capacità di giocare sia centro sia terza linea. Nel Bath, infatti, il giocatore ha iniziato nella linea dei trequarti, ma poi si è spostato più avanti, nel pacchetto di mischia, ed è stato fondamentale nella corsa di Bath fino alla finalissima della Premiership.

"Sam potrebbe essere una di quelle decisioni che Stuart non ha ancora preso, ma a Denver si inizia a parlare di rugby e si capirà come l'Inghilterra vuole giocare - ha detto Ford al Guardian -. Spero che Sam abbia la chance di esordire nei test premondiali. E' stato grandioso nella finale di Premiership. L'Inghilterra lo sta usando a centro, ma se partisse dalla panchina potrebbe venir usato sia come centro sia come terza linea. E' una cosa speciale e credo che in futuro possa diventare un numero 6 di livello mondiale".

Insomma, la concorrenza sia a centro sia in terza linea è forte in Inghilterra, ma proprio la sua capacità di essere un jolly adattabile lo renderebbe particolarmente utile. Soprattutto nel rugby moderno, dove in panchina si preferisce prediligere il pacchetto di mischia ai trequarti, un giocatore che può ricoprire entrambi i ruoli può diventare utilissimo di fronte a degli infortuni imprevisti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail