Italrugby: Bergamauro, i Mondiali poi i giovani

Il veterano azzurro dirà addio al rugby giocato dopo la Rugby World Cup e punta al suo camp per il futuro.

mauro-bergamasco.jpg

Un Mondiale da conquistare, le ultime partite in azzurro, poi l'addio. Mauro Bergamasco sta vivendo il suo ultimo raduno con l'Italrugby e dopo la Rugby World Cup appenderà le scarpette al chiodo. Ora l'obiettivo è conquistare un posto tra i 31 che andranno in Inghilterra, ma poi lo sguardo sarà rivolto ai giovani. Quelli cui già strizza l'occhio da qualche anno con il suo camp estivo.

"Il ritiro sta andando bene, cè un ottimo ambiente - ha detto Mauro ieri sulle pagine del Gazzettino - tutti i ragazzi stanno lavorando con caparbietà e senso di appartenenza per un obiettivo chiaro. Stiamo facendo un lavoro molto duro, sia a livello fisico che mentale e non a caso lo staff è contento dei risultati ottenuti". E, fin qui, l'attualità.

Parlando del suo camp e dei suoi progetti futuri, invece, il flanker azzurro non nasconde che quello con i giovani sarà un impegno che vuole far crescere una volta smesso di giocare. "Sicuramente continuerà a ricoprire un ruolo importante. Ovviamente c'è un progetto di sviluppo al quale stiamo lavorando da tempo. Ci sarà una crescita".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail