Italrugby: Brunel "Resto in sella fino all'estate 2016"

Sulla Gazzetta dello Sport il ct azzurro mette la parola fine alla querelle giocatori-Fir e guarda oltre ai Mondiali.

jacques-brunel.jpg

E' stato zitto a lungo (forse troppo, ndr.), ma oggi sulle pagine della Gazzetta dello Sport Jacques Brunel parla. Parla della questione premi, parla del gruppo e parla del suo futuro. "Il caso è chiuso e finito" la secca risposta del ct francese ad Andrea Buongiovanni, chiudendo così la questione rivolta azzurra.

"Ho ambizioni ed entusiasmo del primo giorno e troppa esperienza per non sapere come reagire agli alti e bassi di una squadra" continua Brunel, che ha trovato un gruppo compatto, cui forse le 'distrazioni' extrasportive hanno fatto bene. Gli azzurri si sono scoperti uniti in campo, ma anche fuori (cosa non sempre così ovvia, in passato, ndr.) e, come dice Alessandro Zanni, "questa Nazionale, nelle difficoltà, ha tradizionalmente trovato unità". Far parlare il campo, per gli azzurri, ora è un mantra che li accompagnerà per tutta la preparazione.

E dopo il Mondiale? Jacques Brunel - come molti sussurrano - dirà l'addio immediatamente, o continuerà fino al tour di giugno 2016? "Lo prevede il contratto e ho intenzione di rispettarlo" dice Brunel. Ma, intanto, c'è da preparare una Coppa del Mondo.

Foto - Facebook Federugby

  • shares
  • Mail