Marketing: il Sud Africa cancella gli Springboks dalla maglia

Presentata la maglia ufficiale del Sud Africa per i Mondiali 2015. E dal petto scompare il simbolo nella nazionale.

sud-africa-rwc-2015-maglia-2

La protea, il fiore simbolo del Sud Africa e molto più politicamente corretto, in bella vista sul petto. Insieme allo sponsor tecnico e al logo dei Mondiali 2015. Il Sud Africa si presenta alla Rugby World Cup e (come quattro anni fa) cancella il suo simbolo, lo springbok, dal petto della maglia. Spostandolo sulla spalla sinistra, mentre su quella destra c'è la coppa vinta dal Sud Africa nel 1995 e nel 2007.

Insomma, la nuova maglia prodotta da Asics per il Sud Africa è leggerissima (70 grammi in meno alle versione precedenti, ndr.), con un grip aumentato e studiata nei minimi particolari per i Mondiali. Nei minimi particolari, forse anche politici. Perché la battaglia del politically correct per eliminare la gazzella dalla maglia degli Springboks è di lunga data. Il passo successivo, eliminarla, è breve. Cancellando una lunga tradizione, cancellando la storia di una squadra che proprio nella gazzella ha il suo simbolo più conosciuto.

Li chiamiamo Springboks, infatti, non Protei.




© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail